Pagine

mercoledì 31 dicembre 2014

Una Vita Da... Bandano #6: Capodanno con il "botto"!

Anche Tony e Susy si apprestano a festeggiare il Capodanno!
E Tony, come al solito, ha trovato un'idea "originale" per festeggiarlo per far contenta la sua Susy dopo il regalo deludente di Natale.
Il 2014 per il Blog è stato pieno di piccole soddisfazioni e spero che il 2015 lo sia altrettanto.

Ringraziando a tutti voi per l'affetto, vi auguro Buon Anno!
E andateci piano con i botti!
(Dalla prossima settimana le pubblicazioni delle strisce torneranno di Venerdì!)

mercoledì 24 dicembre 2014

Una Vita Da... Bandano #5: Un Natale... precario!

E anche a casa di Tony Bandano è arrivato il Natale!
Chissà che cosa gli regalerà a Susy?

Vi auguro di passare uno splendido Natale fatto di sorrisi e panettoni/pandori/ogni cosa commestibile!!!
Tanti auguri (Anche agli stefani)!!!




sabato 20 dicembre 2014

Una Vita Da Bandano #4: Una richiesta di prestito.

E dopo aver visto nella scorsa striscia il lavoro di Tony, ecco per par-condicio il lavoro di Susy, l'impiegata di banca!
Nelle prossime due settimane festive, le strisce saranno pubblicate eccezionalmente di mercoledì!!!


giovedì 18 dicembre 2014

"Draw My Work": 4 giorni di lavoro dopo 2 anni senza!

2 Settimane fa mi hanno chiamato per andare a lavorare presso una ditta farmaceutica-veterinaria nelle zone limitrofe.
Dopo 2 anni da disoccupato, per me è stata davvero una bella sorpresa e allora ho pensato di raccontarvi questi 4 giorni di lavoro attraverso questa serie di vignette.
Le vignette le ho disegnate abbastanza in fretta perché avevo un po' di cose da fare e poi mi avevano richiamato ancora per fare altri 3 giorni ma non si è fatto più niente visto che hanno posticipato gli ordini dopo le feste natalizie.
Quindi con tutta probabilità, mi richiameranno per Gennaio!
Dedicato ai disoccupati, agli interinali e a tutti quelli che mi hanno chiesto : «Dai! Com'è andata?!?». Ecco com'è andata!
(Chiedo scusa per la mia probabile pessima grammatica e per la mia pessima scrittura, anche se ormai ci siete abituati!)










*Lavandino DALLA dubbia prospettiva.




Lo Stato Sociale - Piccoli Incendiari Non Crescono (2014)

venerdì 12 dicembre 2014

venerdì 5 dicembre 2014

Una Vita Da... Bandano #2: La futura convivenza.

In questa seconda striscia, Tony e Susy parlano della ricerca di una casa tutta per loro.
E Tony trova un'idea originale per farsi "ascoltare"...


lunedì 1 dicembre 2014

Frenklin Moon per l'AIDS.

Salve gente!
Mentre mi sto tirando avanti per le nuove strisce di Una Vita Da... Bandano ho pensato di fare una vignetta veloce (e si vede) dedicata alla Giornata Mondiale Contro l'AIDS.

Purtroppo ancora oggi l'unica cura per contrastare questa malattia è la prevenzione, e quindi vi rimando a questo manuale di un grande fumettista di nome Silver che, con il suo Lupo Alberto, anni fa creò un opuscolo chiamato Come ti frego il virus! spiegando come fregare il virus (appunto) tramite l'uso del preservativo, scatenando all'epoca non poche polemiche al riguardo.
Polemiche a parte, cliccate sul sito del lupo più famoso d'italia!  Da qui potete scaricare il manuale.

Detto questo, ecco la vignetta con lo youtuber Frenklin Moon che ci da un messaggio molto bello e importante!
Alla prossima!!!



sabato 29 novembre 2014

Una Vita Da... Bandano #1: La nuova impiegata.

La prima striscia "ufficiale" di Una Vita Da... Bandano e stavolta la protagonista è Susy Saràtom!


giovedì 27 novembre 2014

Un anno da... Disognare!!! (Liebster Award)

Ed ecco che un anno è passato! Sembra ieri da quando l'avevo aperto, quando ho fatto i Fumetti Trailer, i Fumetti domenicali, i teoremi di Tony Bandano, ecc.
Eppure ieri mi sembra che era il 27 Novembre 2013... e siccome che non sono bravo in matematica ho rifatto conti: è passato davvero un anno!!!
Il problema è che non l'ho manco visto passare!!!
Per celebrare questo anniversario, avevo in mente due cose:
  1. Disegnare un mega fumetto da metterci dentro quasi tutti i personaggi che hanno caratterizzato questo blog ;
  2. Un video-story con i disegni e i fumetti più belli e significativi da un anno a questa parte...
Alla fine nulla di questo è stato fattibile a causa di quella "scusa" che tutti noi usiamo e che almeno per il 40% è vera: il tempo.
Trovandomi nel panico, mi è capitata a fagiolo la nomination da parte di Antonella De Francesco (nel link entrerete nel suo bellissimo Blog) per il premio  Liebster Award
Che cos'è il premio Liebster Award?
Il Liebster Award  è una sorta di catena virtuale che serve a far conoscere e diffondere blogger che hanno meno di 200/300 followers.
Premessa: non amo le "catene di Sant'Antonio", ma se si trattano di cose che possono solo a far del bene agli altri senza essere costretti a versarsi secchiate di acque gelati va benissimo (che l'ho fatto... in termine grafico ma l'ho fatto! Cliccate qui)!!!
Poi mi è sembrata un'idea carina e originale per festeggiare il primo anniversario del blog!
Quindi, via con l'intervista con il relativo regolamento, ringraziano Antonella per il premio ricevuto!

Regolamento e intervista.

Regolamento:
A) Ringraziare il blogger che ti ha nominato.
B) Rispondere a 10 domande.
C) Nominare almeno altri 10 blog con meno di 200 followers.
D) Proporre 10 domande a cui i nominati dovranno rispondere.
E) Comunicare la nomina ai blog prescelti.







1. Cosa ti fa continuare a scrivere sul tuo blog?
Sicuramente la spinta me la danno tutte le persone che condividono i miei lavori, che visitano il blog e che mettono "Mi piace" nella pagina Facebook e spesso sono gente che il disegno lo fa di mestiere così incrementando la voglia di andare avanti!
E poi i disegni stessi, i fumetti... È così bello e soddisfacente creare un qualcosa di tuo! 
Talmente bello che vorrei tornare indietro con la macchina del tempo e dare un ceffone a quel ragazzo di 15 anni che aveva deciso abbandonato questo mondo fantastico! (Citazione ortolaniana!)

2. Ci parli un po' delle tue passioni?
"Parlarne" di una passione è difficile. È come parlare di emozioni. L'unico che ce l'ha fatta a farlo è stato Mogol.
È emozionante fare un disegno ed essere apprezzato anche solo con un "Mi piace", fare un fumetto e sapere che qualcuno ha riso per quella battuta... Piccole cose che portano a soddisfazioni gigantesche e che ti possono tirare su il morale nei "giorni no".
E tutto questo succede solo usando un foglio e una matita!

3. Quanto pensi che i commenti e le interazioni siano utili per un blogger e in che modo?  
In qualsiasi settore, un buon feedback è sempre una cosa utilissima.
Mi piace rispondere ai commenti in modo amichevole, anche perché nella maggior parte delle volte sono fatte da persone che ormai mi seguono abbastanza bene, ma non disdegno chi mi fa un commento critico dandomi consigli utili per il futuro. Però quest'ultimo va fatto solo con criterio logico e non diffamatorio.
Ultimamente mi sono tolto da un gruppo di disegnatori su Facebook dove alcuni facevano i professoroni mettendo il dubbio se questo o quel disegno era artistico o no.
Per fortuna che io non ho mai postato niente in quel gruppo, altrimenti mi avrebbero bocciato!!!

4. Di cosa parli nel blog? 
Parlo di cucina, dell'arte contemporanea, i vini prestigiosi dell'Oltrepò Pavese, ...
Ma in un blog di disegno cosa vuoi che si parli?!?
Principalmente faccio vignette e fumetti umoristici, poi faccio disegni o "fan-art" su qualsiasi cosa che mi abbia influenzato nella mia vita come la musica o gli anime/manga!
A volte mi escono bene, a volte no... Chi se ne frega e li pubblico lo stesso! Tiè!

5. Hai creato un rapporto di amicizia con altre blogger?
Vi siete mai conosciute personalmente?
Conosciuti personalmente no, ma ci frequentiamo molto spesso creandoci una bella amicizia virtuale. Spesso commentiamo cose anche al di fuori del mondo del disegno ed è sempre un piacere scambiarsi quattro chiacchiere!

7. Quale è la cosa che ti riesce peggio?
Potrei dire "le cose che mi riescono peggio"! Anatomie, prospettive, sfondi, ecc. 
Ma una in particolare sicuramente è la colorazione. 
Sia chiaro: i disegni colorati mi escono abbastanza bene e ogni volta che li guarda è sempre per me una grande soddisfazione.
Ma colorare non mi è mai piaciuto fin da bambino! 
Però d'altronde se lo devo fare lo faccio... anche di controvoglia!!!

8. Quanto tempo dedichi al tuo blog?
Ultimamente poco rispetto alla pagina Facebook, anche perché qui pubblico cose fatte "per benino" rispetto alla pagina; ad esempio nella pagina pubblico bozzetti o vignette fatte sul momento. Per queste cose Facebook è molto più immediato rispetto al blog che, dall'altro canto, ha una sua importanza...

9. Come nascono i tuoi post?
I fumetti nascono in qualsiasi momento della giornata. Poi ci sono giorni che non ho neanche un'idea e altri che mi arrivano insieme all'Arca di Noè!!!
Per i disegni invece mi prefisso chi disegnare e una volta fatto scrivo un post dove descrivo il personaggio e la musica che fa oppure, se si tratta di un'anime, descrivo la trama a grandi linee e poi lo commento. Un modo per far conoscere a chi non lo sa, cosa rappresentato questi personaggi invitandoli ad informarsi.

10. Un saluto a chi legge?
Ciao a chi legge!!!


Mi raccomando, guardatevi i loro blog perché sono davvero bellissimi!!!
Agli autori dei blog che ho citato, non costringo a fare la stessa cosa che ho fatto io.
Se volete farlo fatelo!

Bene fatto questo, vi ringrazio per tutto il vostro sostegno e spero che continuerete a seguirmi ad oltranza! 
Vi lascio con questo disegno "autocelebrativo" ripescando un personaggio che avete visto nel primo Fumetto Trailer: Killer Sorpresa!


venerdì 21 novembre 2014

Una Vita Da... Bandano #0 (pilot): Teorema di Tony Bandano.

Ed ecco finalmente la primissima (doppia) striscia dedicata alle nuove avventure di Tony Bandano!
Questa serie sarà molto più longeva della precedente grazie anche ai temi che saranno trattati.
Chiedo per l'ennesima volta scusa se anche in queste strisce noterete qualche errore grafico (anatomia, prospettiva, ecc.), ma gli errori fanno sempre parte di un percorso di miglioramento... quindi ben vengano!
In questo pilot, ho voluto inserire gli amici/autori di Cippi & Friends  perché sono stati tra quelli che hanno insistito maggiormente al possibile ritorno di Tony Bandano... Li avrò accontentati?
Ok, "Bandano alle chance", ecco il pilot intitolato "Teorema di Tony Bandano" in onore alla serie precedente. Un buon modo per unire "passato e presente" (e spero futuro)!



venerdì 14 novembre 2014

Una Vita Da... Bandano - La copertina.

Ciao a tutti! Come state?
Lo so è da un po' che non posto più niente nel blog, ma come avrete notato ero indaffarato a disegnare le nuove vignette di Tony Bandano & Co.!
Infatti, dalla prossima settimana (da venerdì in poi, come la serie precedente), leggerete la striscia pilot di 8 vignette per poi continuare con le strisce normali, anche se rispetto al passato ci saranno vignette di numerazione variabile rispetto allo "standard" di 4, in modo da rendere la lettura più scorrevole e dinamico rispettando i cosiddetti "tempi comici".
Ovviamente le altre novità saranno quelle che comporranno il filo conduttore di ogni striscia anche se rimarranno sempre autoconclusive! 
Nuovi personaggi e nuove situazioni metteranno a dura prova la vita di Tony e Susy, pronti a vivere insieme e a trovare una loro stabilità sia come coppia sia come persone!

Detto questo, ecco voi la copertina de Una Vita da... Bandano!
A Venerdì prossimo! Ciaooo!!! 


martedì 28 ottobre 2014

Simone "Sio" Albrigi.


Questo è il primo video che ho visto di Simone Albrigi in arte Sio.
In quel periodo, il mio unico passatempo era guardare YouTube: mi mettevo a ridere sulle boiate de iPantellas, l'odio di Michael Righini sul Pulcino Pio (e chi non lo odiava?) e i film ridicolamente trash recensiti da Yotobi.
Ma ben presto, cominciai a scoprire altri youtuber a cui mi diedero una "botta in testa", come se mi avessero detto: «Perché cavolo hai mollato il disegno?!? Riprendilo subito!».

Come già sapete, dopo aver mollato a metà anno il grafico per varie ragioni, avevo messo una pietra sopra al disegno.
In molti, tra amici e colleghi che mi vedevano scarabocchiare Lupin III nei momenti di noia, mi dicevano di riprendere questa attività, ma io gli rispondevo che ormai avevo già preso una decisione e che non tornavo più sui mie passi.
Ma poi vidi i video di Daniele Raineri, RichardHtt e Fraffrog... e cambiai idea!
Ripresi a disegnare ma solo per omaggiare qualche cantante. Niente fumetti.
I fumetti non li leggevo più, se non qualche Peanuts o Ranma 1/2.
Ogni volta che ne aprivo uno, dentro di me mi assaliva un'insieme di nostalgia-rammarico-rabbia... insomma: una cosa indescrivibile.
Avevo chiuso di disegnare fumetti e quindi avevo chiuso anche di leggerli!
E quando guardavo i miei vecchi disegni, come un vecchio ragazzo di poco più di vent'anni, dicevo «Erano altri tempi!».

Finché non scoprii il canale Scottecs di Sio.
Guardai Bohemian Rapsody e mi rotolai dalle risate!
E così, feci una maratona di tutti i suoi video... Ma ancora la "botta in testa finale" non me la diede!
Me la diede quando vidi i suoi primissimi fumetti sul sito Shockdom.
Quando ho visto le strisce della "Stanza Café" datati 2008 mi sono messo sì a ridere per le battute, ma anche per i disegni fatti su un foglio a quadretti (per aggiunta orribili)!!!
Dopo aver fatto un'altra maratona di strisce dai primi fino agli ultimi, ho pensato: «Sio è fantastico! Le sue strisce sono meravigliose! Eppure anche lui come me... non sa disegnare! Però lui ha insistito con il suo stile facile ed è riuscito a creare dei bellissimi fumetti! ...».
Oltre a Sio, sullo stesso sito guardai altri fumettisti e scoprii il mondo del Webcomic.
E da qui ho ricominciato, partendo con un fumetto improvvisato come Pinco Pallino ...e piano piano ritornò quell'entusiasmo che pensavo di averlo perso, ma in realtà era ancora lì: pronto per essere risvegliato!
Guardai su internet tutorial e video tutorial per imparare a disegnare... Cosa che faccio ancora tutt'ora!
E poi un giorno, il 27 Novembre 2014 ho aperto il mio blog... e il resto è storia!

Dopo tanto tempo, comprai un fumetto: Tutto Tutto Scottecs.
Ed è inutile dire che ripresi a leggere fumetti di ogni tipo, sia webcomic che cartacei.
Ho scoperto grandi autori italiani che ai tempi ignoravo come Leo Ortolani o autori odierni come Davide La Rosa.

In questa amarissima estate l'ho passata ascoltando per la prima volta Il Pube In Primo Piano un programma radiofonico di qualche anno fa condotto da Sio, Nick (compagno d'avventura ne #girodeilGiappone e bravissimo fotografo) e Lorro.
Ringraziando YouTube e colui che li ha caricati, li ho ascoltati per tutta l'estate!
Quando mi mettevo a disegnare dovevo fermarmi dal ridere per le cretinate che sparavano!!!
(Per chi volesse ascoltarlo, questo è il link)

A Sio gli devo tutto... Se non ci fosse stato lui, probabilmente non sarei qui a scrivere, a disegnare, inventare fumetti e a pubblicarli.
Non avrei aperto una pagina e non avrei conosciuto altri "colleghi" che disegnano e fanno fumetti (molto più bravi di me).
Non ci sarebbe stata la serie del Fumetto della domenica dove ho usato gli stickman sia per continuare il ragionamento che fece poco tempo fa Recchioni (cioè: Fare fumetti non vuol dire saper disegnare) e sia per omaggiare colui che mi ha dato la "botta finale" facendomi tornare sui miei passi e riscoprire questo bellissimo mondo!

PER TUTTO QUESTO... GRAZIE MILLE SIO!!!





venerdì 24 ottobre 2014

Sì, ma... Tony Bandano?!? (Nuove anticipazioni e personaggio inedito!).

Salve gente!
Finalmente torno a parlarvi del personaggio che alcuni (o molti?) di voi stavate aspettando e cioè Tony Bandano.

Come vi ho già detto poco tempo fa, ho già scritto una manciata di puntate in forma abbozzata e stamane ho scritto la prima puntata in maniera definitiva e pronta per essere disegnata!
Quindi posso tranquillamente dire che a Novembre comincerete a leggere le prime strisce!

Vi ricordo che la serie sarà nettamente diversa dalla precedente toccando vari temi in cui Tony & Susy dovranno affrontare: lavoro, casa, famiglia, ecc. sempre con la solita ironia che lo contraddistingue!

Sempre stamane, mentre pensavo a scrivere la seconda puntata ho avuto un piccolo handicap:
Come sapete, le strisce di Tony Bandano sono formate da 4 vignette salvo qualche eccezione (come ad esempio la puntata #10 e la #20).
In questo periodo ho letto e riletto principalmente fumetti comici (ok, Leo Ortolani!) e quando ero pronto di scrivere la seconda puntata in maniera definitiva mi sono accorto di una cosa:
MANCANO I TEMPI "COMICI"!!!!!
Ma come?!? Ma perché?!? Ma prima di leggere 'sti benedetti fumetti (di Ortolani) non mi accorgevo di questa cosa e mo' mi devo complicare la vita aggiungendo altre vignette?!?
E allora via un'altra novità: le strisce avranno le vignette a numerazione variabile!
Comunque vi dico subito che la prima ne avrà 8! Così, giusto per dirlo...

Altra novità, ecco la bozza di un personaggio nuovo che avrà a che fare con Tony.
Ma non vi dirò quale sarà la sua funzione... perché cadrebbe nel mega-spoiler!
Questo è la bozza non propriamente definitiva... ma quasi! :)

Bozza fatta con matita e biro... che bravo!

Per il resto nulla di nuovo se non il titolo: Una vita da Bandano.

Vi piace? A presto con nuove cose!

PS: Ogni tanto date una sbirciatina nel post Il Cinema (Visto Da Me) In Una Sola Vignetta.
Oggi verrà aggiornato con una vignetta nuova!


mercoledì 22 ottobre 2014

Frenklin Moon, lo youtuber di talento.

Credo che la maggior parte di noi che naviga sul web guarda YouTube come "alternativa" alla TV.
È sinceramente io penso che lo sia realmente.
Purtroppo, nell'ultimo periodo, YouTube sembra che voglia un po' imitare la TV, ma per fortuna i contenuti di YouTube (scegliendoli ovviamente) rimangono principalmente di ottima qualità e sarà mooooolto difficile che un giorno si potrà avvicinare alla TV in termini di paragone...
E da qui, nasce l'idea di questa striscia con protagonista Frenklin Moon.
Chi è Frenklin Moon? Leggetevi la striscia e, visto che è molto bravo, iscrivetevi al canale!

PS: Tengo a precisare che non ho visto il programma con Francesco Sole ma me ne hanno parlato...
PSS: Io non ho nulla contro Francesco Sole (anche se ho visto qualche video), però...
PSSS: Per chi ha digitato "Frenklin Moon" su YouTube cercandolo invano, mi dispiace ma vi ho trollati!

Si ringrazia per la partecipazione Maria De Filippina e Gerry "Piùmagrodelsolito" Cotto.

lunedì 20 ottobre 2014

GTO - Great Teacher Onizuka (Tōru Fujisawa).

Sigla di apertura: L'Arc~En~Ciel - "Driver's High".

GTO: Great Teacher Onizuka, Un manga di Tōru Fujisawa del 1997 raccolto in 25 volumi giapponesi (Tankõbon).
Nel 1999 GTO diventa un'anime di 43 episodi prodotto dallo Studio Pierrot.

Trama

«Eikichi Onizuka, 22 anni, celibe! Piacere!».
Onizuka è uno studente universitario, ex bõsõzoku (termine giapponese per indicare i mototeppisti) e membro del duo Oni-Baku. 
Durante il soggiorno a Kichijõji ottiene un appuntamento con una ragazza che si rivela di essere fidanzata con un vecchio insegnante di liceo.
Colpito da questo evento, decide di percorrere la strada per diventare un insegnante per corteggiare le studentesse a cui avrebbe insegnato.
Dopo la laurea per l'insegnamento in un'università di terzo ordine ma, a causa della sua sbadataggine, non riesce a partecipare al concorso per l'abilitazione a insegnare in una scuola pubblica.
Prova così a fare un colloquio in una scuola privata, l'Istituto Kissho.
Nonostante il colloquio sia andato in malo modo, la direttrice decide di assumerlo dopo averlo visto all'opera con uno studente che ha tentato di aggredire il vicedirettore.
Lo assegna come professore responsabile della classe 3-4 con studenti problematici che hanno causato il licenziamento dei precedenti professori.
Grazie al suo spirito trasgressivo e ai suoi insegnamenti "non convenzionali", Onizuka riuscirà a conquistare la fiducia dei suoi alunni e dei colleghi... diventando così Great Teacher Onizuka!

Punto di vista personale

La prima volta che guardai GTO all'età di 13 anni era su MTV!
La stessa MTV che trasmetteva vari Anime come Excel Saga, Ranma 1/2 e Evangelion.
La stessa MTV dove "M" significava Musica... 
La stessa MTV... e basta!
Onizuka l'ho adorato dal primo episodio! È un personaggio troppo simpatico e anche quando fa il bastardo, non riesci ad odiarlo!
Credo che sia il professore che noi tutti nel nostro piccolo avremmo voluto avere a scuola, un professore-amico che ti insegni  il valore della vita, anche in maniera brutale, sbattendoti in faccia la realtà del mondo!
Per carità, io nella vita scolastica ho avuto sempre dei buoni insegnanti, peccato per loro che hanno avuto un pessimo alunno in termini di studi ma bravo in condotta!
Però mi sono chiesto se avessi avuto un insegnante come Onizuka come sarebbe stato il mio percorso scolastico...
Sicuramente avrei avuto meno assenze e, come dice lui, avrebbe reso la scuola molto più divertente!
Ultimamente Onizuka l'ho visto su un canale chiamato Ka-Boom ma come succede nei migliori canali tv, sparisce dopo 6 mesi di messa in onda!
Grazie al cielo esiste Internet! 
Io purtroppo, GTO l'ho sempre visto a puntate sparse: un po' perché non riuscivo a "beccarlo" in orario, un po' perché non riesco a vedermi una narrazione a puntate... È già tanto se mi sono visto Dragon Ball!
Quando ho saputo che le puntate di GTO venivano trasmesse sul canale Megatube di YouTube ero al settimo cielo! 
Cliccate QUI per vedervi tutta la serie, perché merita davvero!
Purtroppo però, l'anime non raccoglie l'intera serie di GTO e quindi bisogna passare per forza al manga per sapere cosa avrà in riserbo il buon Onizuka!
Ai tempi, comprai solo il volume 11 della prima serie Dynit, lo prestai ad un compagno di classe e addio! >_<


Il manga, giudicando da quell'unico volume che ho letto, è molto più "crudo e violento" rispetto alla serie animata che, a differenza del manga, è abbastanza edulcorata.
Inoltre alcuni aspetti dei personaggi che nell'anime vengono sfiorati, nel manga sono più approfonditi: ad esempio, il vicedirettore è un gran pervertito... talmente tanto che si inoltra nelle fognature, vestito da subacqueo, e, attraverso il water del bagno femminile della palestra, spia le donne nelle loro parti intime (cosa che nell'anime non compare!)!

Il disegno

L'ho disegnato prendendo esempio da un'immagine tratto dal manga.
Volevo colorarlo a pastello ma, anche su consiglio di mia madre, ho preferito lasciarlo in bianco e nero.
Per tanto, gli ho dato le ombreggiature di grigio con la matita. 
Questa operazione lo facevo "in quei tempi" che disegnavo fumetti; siccome che non avevo retini e non sapevo manco cosa fossero (domandandomi cosa utilizzavano i fumettisti per il grigio delle loro tavole... scusatemi se non avevo Internet!), utilizzai le matite per dare un tono di grigio divertendomi anche a sfumarle!
Quindi ho ripreso in mano questa tecnica e l'ho riutilizzato per questo mitico personaggio!
You are GREAT! 






Sigla di chiusura: Porno Graffitti - "Hitori No Yoru".

martedì 14 ottobre 2014

Roberto Vecchioni.

"Per amore mio (Ultimi giorni di Sancho P.)" tratto dall'album "Per amore mio" del 1991.



Nel titolo di ogni canzone citata, ho messo un link dove potete ascoltarla su YouTube. 
Spero che, al momento che leggerete il post, i link siano ancora funzionanti!

Il primo CD di Roberto Vecchioni che ascoltai fu Per amore mio del 1991, prestato da mio zio, lo stesso che mi prestò Nord Sud Ovest Est degli 883 e Peter Pan di Ruggeri.
Ricordo che finito di ascoltarlo mi dissi: «Che noia 'sto Vecchioni, salvo solo la title track e Che dire di lei!».

Che volete che vi dica? 
Ero un ragazzino di 13 anni che ascoltava Linkin Park e Lucio Battisti!
In quel periodo avevo provato ad ascoltare un best of degli Iron Maiden e l'unica che mi piaceva era Fear Of The Dark... Il resto per me era fuffa!
Quando sei un adolescente nato negli Anni 90, cresciuto con radio e Festivalbar, fai fatica a percepire la musica di una certa qualità! Anche se già ascolti Lucio Battisti!
Poi cominci a crescere, a maturarti e capisci piano piano che quel disco "noioso" di Vecchioni andava riascoltato!
L'ho fatto e mi è piaciuto molto!

Nel 2011, Vecchioni partecipa a Sanremo.
Quando l'ho saputo ero "preoccupato" su che tipo di canzone avrebbe portato, mi son detto «Magari porterà un pezzo come Sogna ragazzo sogna oppure una canzone "intimista" come Non lasciarmi andare via...».
Nulla contro quest'ultima ipotesi, ma per un Festival dove vince sempre la canzone più "orecchiabile" e "da radio" (poi un giorno qualcuno mi spiegherà che cos'è la musica "da radio"!) poteva essere fuori luogo questa opzione.
In quel periodo, Vecchioni, lo conoscevo con le canzoni che ascoltavo per radio: SamarcandaVoglio una donna, MiladyIl grande sogno, Stranamore (Pure questo è amore)...
E poi era da tanto che non sentivo una s nuova canzone, quindi era difficile capire cosa mi sarei aspettato.
Purtroppo, per causa lavorative, mi ero perso l'esibizione della prima serata. Ma già dal commento di mia madre (a volte, molto più pignola di me) mi ha lasciato un po' di "sasso" dicendomi che quella canzone è stupenda e doveva vincere! Che il pubblico per poco si stava alzando in piedi!
La sera dopo sono riuscito a vederlo... Porca miseria che canzone!!!
Chiamami ancora amore  (nel link vi ho messo l'esibizione della seconda serata... quello che ho visto io) è una canzone potente e secondo me sarebbe stato uno scandalo se non avesse vinto!
Ammetto che per la prima volta ho sentito della buona musica in quel Festival (per citarne una: Io confesso dei La Crus), ma quella di Vecchioni andava oltre! E infatti vinse il Festival! Tiè!

Dopo questa vittoria, andai su YouTube a cercare brani noti e meno noti per conoscere questo grande cantautore: e mi trovo brani come Archeologia, Morgana (Luci di giorni passati), Velasquez, A.R., L'uomo che si gioca il cielo a dadi per non parlare dei brani introvabili come Montecristo, L'anno che è venuto (Via dalla pazza follia), La città senza donne (questi tre brani tratti da un album fuori commercio e mai messo su CD come Montecristo), La pioggia e il parco (tratto dal primo 45 giri del '66) e Hotel degli assassini (che di recente ho avuto la fortuna di recuperare il 45 giri!).
Il "colpo finale" me l'ha dato la raccolta I Colori Del Buio (nel link, la title track): per chi vuole conoscere l'essenziale di questo uomo, questo disco fa a caso vostro! 

Il giorno Venerdì 13 Aprile 2012 io e la mia famigliola siamo al Teatro Fraschini di Pavia.
La prima volta che andavamo in Teatro (sopratutto al Fraschini) e prima volta che sentivamo un concerto da "pubblico pagante" (il primo concerto "famoso" che ho assistito è stato quello dei Formula 3 gratis!).
Anche lì, nonostante ormai già conoscevo molte sue canzoni, mi son detto «Sì, ma quando comincerà a parlare da "professore universitario"... mah! Non vorrei addormentarmi!».
E così lui mi ha smentito (ancora una volta... impara Matteo!): bellissime canzoni (nella scaletta mancava solo Per amore mio e per me sarebbe stato tutto perfetto!) e ancor di più, bellissimo sentirlo parlare! 
Avrei voluto che continuasse per tutta la notte, tra barzellette e racconti di vita...
Una delle serate più belle che io abbia mai passato!
Avevo sperato l'uscita di un CD o DVD live ma così non è stato! Peccato: mi sono accontentato del doppio CD Canzoni & Cicogne (nel link, la title track versione 2011!) per riassaporarmi l'emozione di quella serata! ^_^

Vorrei fare un discorso su Luci a San Siro: generalmente preferisco sempre le canzoni in versione originale che quelle ricantate, sia che si tratti di versione live sia che si tratti di riarrangiamenti.
Questa canzone è una delle poche che ogni volta che l'ascolto in live o riarrangiata è sempre una nuova emozione, come se l'ascoltassi per la prima volta.

Potrei scrivere al lungo di questo cantautore, ma meglio che la chiuda qui!
Anche perché se "scrivi Vecchioni... scrivi canzoni"! Ahahahah! (mamma mia che umorismo!)

Dico solo un grazie unico per le emozioni che mi regala ogni volta che lo ascolto e per me il Nobel per la letteratura l'ha vinto da sempre!

Prima del disegno, chiudo questo fiume di parole con un brano.
Quella sera, al Fraschini, le luci si spensero, la band comincò a intonare le prime note e un piccolo omino entrò sul palco intonando L'ultimo spettacolo...
Sperando che il suo "ultimo spettacolo" arrivi il più tardi possibile!

GRAZIE PROF!

"L'ultimo spettacolo" tratto dall'album "Samarcanda" del 1977.


Il disegno

Era da troppo tempo che volevo disegnare Vecchioni, ma non ho mai avuto l'ispirazione giusta per farlo.
L'ho disegnato prendendo un'immagine giovanile per "facilitarmi" il lavoro, con tanto di sigaro in bocca!
Lasciamo perdere le ombreggiature messe un po' casaccio...
E come sempre, spero che il disegno sia di vostro gradimento!!! 



domenica 12 ottobre 2014

Fumetto della Domenica #25 (FINE): Pugno o bacio?

Come vi avevo già annunciato domenica scorsa, questa è l'ULTIMA PUNTATA del Fumetto della Domenica.
Ringrazio tutti quelli che hanno seguito questa serie, ai "Mi piace" su Facebook e alle condivisioni!
Martedì o mercoledì uscirà un disegno nel blog dedicato ad un grande cantautore italiano!
Vi auguro Buona domenica e un Buon inizio settimana!



domenica 5 ottobre 2014

Fumetto della Domenica #24: Vivo per te! (La fine è vicina...)

Chiedo scusa se la volta scorsa ho saltato la pubblicazione, ma per motivi di connessione non potevo farlo!
Vi annuncio una brutta notizia per i "funz" della serie: con la striscia #25 chiuderò il Fumetto della Domenica!

Ecco il motivo di tale decisione:
Fin dall'inizio mi sono divertito a farli e l'idea di pubblicarli di domenica era fantastico. L'uso degli stickman oltre ad essere un omaggio a chi mi ha fatto ritornar la voglia di "fumettare", cioè a Sio, è un modo di fare fumetti in maniera veloce e molto da "cazzeggio". E poi era un modo di tramandare il pensiero di Scott McLoud che è lo stesso che ha scritto Roberto Recchioni e cioè:
"Fare fumetti non vuol dire saper disegnare!"

Con queste strisce ho puntato più sull'ironia che sul disegno, anche se da quando ho iniziato a colorarli son diventati anche più carini nel vederli.
Ma piano piano, mi sto accorgendo che l'entusiasmo di farli si sta spegnendo, che ormai disegnare queste strisce sta diventando una routine e sembra che le devo fare per "obbligo".
Non è mancanza di idee: questi fumetti sono improvvisati, mai scritte e inventate sul momento. Quindi, di idee ce ne sarebbero eccome!
Il problema semmai è che in questo momento sono molto più propenso a pensare alla nuova serie di Tony Bandano. E se devo scegliere tra il fumetto domenicale e Tony ovviamente sceglierei il secondo.
Certo, le idee che ho per il Fumetto della Domenica sono diversissime da quelli di Tony, ma se ce ne fosse una, conciliabile con le strisce di Tony, preferisco tenerlo per quest'ultimo.

Comunque avevo già preventivato una fine a queste serie e, conoscendomi, prima o poi mi sarei aspettato il fatidico "stop": fare le stesse cose mi annoia (e con il tempo sto diventando sempre più "noioso") e mi stimola di più fare cose nuove e, se è necessario, cercare di sperimentare il più possibile!
È anche vero che lo sto mollando al momento in cui queste strisce stanno avendo il loro piccolo "momento di gloria": ad esempio "Identikit" ha avuto un successo su Facebook in maniera inaspettata ed è stata la striscia più condivisa e più "mi piacciata"!


Però ai miei pochi (ma buoni) fedeli lettori voglio essere sincero e non voglio prenderli in giro. Anche perché, se sono attenti, si accorgono quando tu proponi una cosa di controvoglia.
Allora da lì arrivano i commenti del tipo: "Sì, ma una volta i tuoi fumetti erano più belli", "Sì, ma con il tempo hai perso la verve ironica", "Sì, ma...", ecc.
Io non vivo nella "paura" dei commenti, ma il punto di vista dei lettori è fondamentale.

E allora, prima che ciò accada, preferisco smettere nei migliori dei modi con l'ultimo Fumetto della Domenica con lo stesso divertimento e voglia che avevo nelle prime strisce!
Questo non è detto che abbandono questo stile di disegno e quindi in futuro ne farò altri... magari non pubblicandoli di domenica! E senza farci apposta una serie!

Detto ciò, vi auguro una Buona Domenica e Buon Inizio Settimana a tutti!!! ^_^





sabato 4 ottobre 2014

Il Cinema (Visto Da Me) In Una Sola Vignetta.

Questa è una serie di vignette creata sulla pagina Facebook pubblicandone (quasi) una al giorno.
La serie consiste di ironizzare un film che ho visto / visto qualche tempo fa / mai visto basandomi sulla trama o su altro, rappresentandolo in una vignetta.
In questo post, sono raccolte tutte le vignette-film pubblicate!

#1 TITANIC

Pubblicato il giorno 22/9/2014
Visto tanti anni fa in Tv a metà, perché mi ero rotto gli zebedei di aspettare che la nave affondi.
In quel tempo guardavo solo film d'azione. 
A domani con il prossimo "Cinema in una sola vignetta"! 



#2 ALIEN

Pubblicato il giorno 23/9/2014.
Che devo dire di questo film? 
Bello, stupendo, meraviglioso, capolavoro della fantascienza e che più ne ha e più ne metta!!!
Chi non ha visto la saga e ama la fantascienza consiglio caldamente a recuperarla (personalmente, almeno i primi 2)!!!
E poi c'è Sigourney Weaver, la bella Dana Barrett di "Ghostbusters"... 
Cosa si può chiedere di più?!? 


#3 APOCALYPSE NOW

Pubblicato il giorno 24/9/2014.
Scherzare o solo farci una mal sana ironia di questo film per me potrebbe risultare molto blasfemo.
Perché questo film per me è IL FILM.
Ricordo come ieri quando lo guardai in seconda serata su Rete 4 (incredibilmente con poca pubblicità) e i miei occhi erano paralizzati da tale visione. 
Questo film, insieme a "Blade Runner", ha cambiato il mio modo di vedere il cinema.
Ancora più bella la versione Redux che riacquista ancor più valore al film!
Piccola nota dolente: Il DVD!
O meglio: il DVD della Special Edition!
Ricordo che ero felice come un bambino quando vidi sullo scaffale lo "Special Edition" contenente le 2 versioni di "Apocalypse Now" in 2 DVD!!!
Quando poi inserii il DVD nel lettore... La felicità si spense!
In poche parole: in ogni DVD contiene sia la versione originale che la versione Redux... il problema è che son divisi in 2 parti!!!
Quindi se lo devo guardare per intero devo tirar fuori il primo DVD e mettere il secondo... La scocciatura è tanta!!! 
A parte questa "postilla negativa", invito a chi non l'ha mai visto di guardarselo perché merita tantissimo!!!
Lo dico io che di film di guerra non ne guardo mai! 

PS: Dopo che l'ho inchiostrato ho notato "qualche" difetto grafico (e quando mai?)... E comunque Marlon Brando mi ringrazierà per averlo fatto così magro. Almeno gli ho evitato di disegnarlo in penombra!!! 



#4 2001: ODISSEA NELLO SPAZIO

Pubblicato il giorno 25/9/2014.
Questo è il classico capolavoro dove spacca in due lo spettatore: c'è chi lo considera l'apice della cinematografia mondiale, altri che lo trovano come rimedio per chi si è dimenticato di comprare la camomilla.
LO CONFESSO: FACCIO PARTE DELLA SECONDA CATEGORIA!
Ora mi direte: «Perché allora lo chiami CAPOLAVORO?».
Perché bisogna riconoscere la perfezione che ha questo film sotto ogni punto di vista e nessuno si accorgerebbe che questo film sia datato 1968!!!

«Perché allora ti sei quasi addormentato nel guardarlo?»
Perché è un film molto criptico e la lentezza la fa da padrona.
I film molto "criptici" non sono il mio genere.

Faccio un esempio:
Poco tempo fa ho guardato su un sito dove gli spettatori scrivono una loro recensione. A molti davano 10 stelline e altri molto meno.
Uno tra questi, ha dichiarato di essersi annoiato durante la visione.
Un altro gli risponde dicendo che non capisce un tubo di film, di riguardarselo e di INFORMARSI (probabilmente su Internet).
INFORMARSI?!?
Io sono nella scuola di pensiero che un film va capito mentre lo guardi. Certo, certe cose non le puoi capirle "al volo" e quindi è giusto darsi una ripassata.
Anche per "Blade Runner" certe cose mi erano sfuggite e ho guardato su Internet... Ma se ciò accade, vuol dire che c'è stata una "molla" interiore che mi spinge a informarmi su un film che mi ha lasciato qualcosa.
Anche con "Odissea nello spazio" ho cercato informazioni su Internet... il problema è che erano tutti dei sapientoni che facevano ipotesi basandosi sul "secondo me". E grazie al piffero!
Per carità, è un bene che un film ti porti a fare delle domande e fare anche delle sane discussioni con gli altri.
Però se devo essere sincero, a me questo film non ha lasciato nulla se non una bellissima e lentissima visione ottica.
E poi: il film è del 1968, io vorrei vedere quanti di quei spettatori avevano capito qualcosa di quel film senza Wikipedia! Mah!

In definitiva: Bisogna essere obbiettivi e riconoscere quando un film è un CAPOLAVORO. Ma è giusto anche dare una propria opinione seguendo anche i "gusti" senza per forza farsi passare da IGNORANTI!
CAPITO INTERNET??????




#5 IRON MAN 3

Pubblicato il giorno 1/10/2014.
Cosa devo dire... probabilmente la trilogia di Spider-Man non ha insegnato nulla; la maggior parte delle volte in cui vedi un film con un "3" davanti al titolo, quel "3" è un modo di dire: «Hey! Sminchiamo le cose belle che abbiamo fatto nei film precedenti! Lo spettatore deve stupirsi! Tanto è solo un "cinecomic"!».
Non per tutti è così... ma per Iron Man, per me, lo è stato.
E la sua demenzialità è racchiusa in questa vignetta!





#6 Il SILENZIO DEGLI INNOCENTI (E SAGHE VARIE SU HANNIBAL) + LA MASCHERA DI ZORRO

Pubblicato il giorno 2/10/2014.
Ultimamente mi sono visto "Il silenzio degli innocenti". Per quanto magari oggi sia un film un po' sopravalutato (a causa della sua età), ritengo che sia un'ottimo film!!!
Non ho visto altri film su Hannibal perché non mi è mai interessato approfondire la sua vita...
"La maschera di Zorro" lo adoro! Un film davvero stupendo (anche se l'ho visto molto tempo fa!)!
Ed è bello pensare che Don Diego abbia un erede come Antonio Banderas!
(Non facciamo i commentini su Rosita, grazie!).
Per non parlare della bellissima Catherine Zeta-Jones ...
Tornando ad Hannibal mi son detto: «Ma ti rendi conto che Anthony Hopkins è lo stesso (bravissimo) attore che interpretava Don Diego?!?».
Poi ho pensato che nel film di Zorro non compare il Sergente Garcia (o se c'è, non è come lo abbiamo sempre visto).
Allora ecco la vignetta-film in versione deluxe!!! 




#7 IL LAUREATO

Pubblicato il giorno 3/10/2014.
I film drammatici "non sono il mio genere", ma questo film lo adoro!
Forse è il film in cui ho cominciato apprezzare di più Dustin Hoffman.
Davvero bello! E per chi non l'ha mai visto gli consiglio di guardarlo (così come i film delle vignette precedenti... I film vanno sempre visti nella piena obbiettività e critica personale!)! 




#8 SEX TAPE - FINITI IN RETE

Pubblicato il giorno 6/10/2014.
Qualche settimana fa io e i miei amici siamo andati al cinema.
Nella scelta dei film , io puntavo su "I Mercenari 3" e "Tartarughe Ninja".
Il primo, cominciava troppo tardi, mentre il secondo non ispirava molto al gruppetto e alla fine la ragazza del clan ha avuto la meglio su "Sex Tape".
Ammetto che avevo molti pregiudizi su questo film ma mi sono detto: «Dai, diamogli fiducia! Magari è un film che mi farà divertire!».
Finito le anteprime dei prossimi film (molto divertenti!) inizia il film.
Beh che dire? Erano meglio i trailer!
Trama che non si sviluppa mai con scene lunghe e inservibili, "battute" e situazioni che NON FANNO RIDERE (lo scrivo in grande perché è la cosa peggiore per una commedia...) e noia, noia, noia!
E c'era pure Jack Black che, poveretto, faceva fatica a risollevare le sorti di un film senza arte e né parte!
Alla fine del film, io ero mezzo addormentato mentre la ragazza si era già addormentata con il suo fidanzato.
Una volta svegliata le si leggeva dal viso l'amarezza di aver scelto un film inguardabile, io ho cercato di consolarla dicendo che anche a me è successo la stessa cosa scegliendo il film di Pieraccioni, ma dentro di me c'era un diavoletto che continuava a ridacchiare: «Buhahahah! Te l'avevo detto io che era una cagata!». 
La rappresentazione di quella sera è tutta concentrata in questa vignetta!
PS: Comunque, Cameron Diaz è sempre una bellissima donna! 



#9 THE WRESTLER

Pubblicato il giorno 8/10/2014.
Purtroppo è un film che non ho ancora visto, ma dalla regia mi dicono che sia un bel film.
Mi è sempre piaciuto il wrestling anche se ho ripreso solo ultimamente a seguirlo dopo quasi 10 anni di "astinenza".
Parlando del film, faccio fatica mettere Mickey Rourke al confronto con quell'attore protagonista ne "L'anno del dragone"!
Ormai il suo fisico è rovinato tra depressioni, droghe e interventi chirurgici e probabilmente neanche lui si riconosce con quell'attore dal fascino indiscutibile!
Comunque, un giorno sicuramente mi guarderò questo film!!! 
PS: Lo so, l'anatomia lascia un po' a desiderare! Ma ieri non stavo bene e non me la sentivo di ridisegnare la vignetta. Perdonatemi, dottori!



#10 AMORE 14

Pubblicato il giorno 10/10/2014.
Questo film non l'ho mai visto e non lo guarderò mai!
In primis, perché i film romantici con tanto di "zucchero e miele" non fanno per me. 
Non sopporterei la trafila di "Tre metri sopra il cielo", "Twilight" "Scusa ma ti chiamo amore", "Scusa, ma ti devo sposare", "Scusa ma vado dare un calcio nelle palle a Federico Moccia"...
Ah no! Quest'ultimo è il "mio genere"! 
Anche se "Amore 14" è tutto fuorché "romantico"...
In secundis, sì: il film me lo sono già "visto" dalle recensioni di Yotobi (P-PENI!!!) e MightyPirate (Forza Gibbo!).
A parte le argomentazioni già espresse dai 2 youtuber (che condivido), mi sorge una domanda:
"Amore 14"? Ok, Ma perché nella locandina capeggia una coppietta stile "Tre metri sopra il cielo" se durante il film, il tizio (lo chiamerei Scamarcio Junior) compare solo per un "intera giornata" + nel finale e lei (la suor Maria Vergine del film, quindi la protagonista) va sempre alla ricerca di bei pecoroni smarriti per aiutarli a ritrovare il bosco perduto?!?
Comunque, questo è il MIO pensiero racchiuso in questa vignetta!!! 




#11 ROBOCOP (2014)

Pubblicato il giorno 17/10/2014.
Un po' di tempo fa, feci una striscia dedicato al "nuovo Robocop".
E quindi per chi l'ha vista sa già il mio parere:
Non è un brutto film, ma si lascia desiderare!
Come sempre, non cerco mai di paragonare ai predecessori, perché se lo faccio, gli ultimi film faranno senz'altro schifo.
Lode al regista e agli sceneggiatori che hanno cercato di diversificare da quel mostro di film che era "Robocop" di Paul Verhoeven, però la mancanza di cinismo/cattiveria, la scena (poco originale) di come muore Alex Murphy e il fatto che la sua famiglia sappia che lui è ancora vivo trasformato in un uomo di latta... Mi ha fatto parecchio storcere il naso!!!
In compenso ho ritrovato Michael Keaton, e la mia mente porta direttamente a "Batman"... Non c'è niente da fare!
Per questa vignetta ho pensato un amichetto di Jimmy un po' "geloso" del fatto che lui abbia un papà robot! 



#12 RAMBO

Pubblicato il giorno 24/10/2014.
Cosa posso dire di Rambo? Poco da dire se una serie di splendidi e cazzutissimi film ("maddafacca" aggiungerei)!!!!
Se devo parlare della versione turca ne ho una valanga di insulti che non avete idea... ma la riassumo in una onomatopea: TUNF!!!
Tra i tre che ho visto (mi manca il 4° per dare un'idea definitiva) preferisco il 1° film: adoro l'aspetto psicologico del personaggio e la drammaticità di chi ha patito la guerra vietnamita tornando da eroe, ma preso a calci da uno stupido sergente...
Cosa che non sapevo è che esiste un finale alternativo in cui Rambo si suicida.
Da una parte quel finale lo capisco: essendo un duro è impossibile che lui si sarebbe consegnato facilmente alla polizia preferendo la morte, raggiungendo così i suoi compagni perduti in guerra.
Ma dall'altra, meglio che si sia arreso: si è dato una seconda possibilità per "reintegrarsi" nel mondo e noi spettatori abbiamo avuto modo di conoscerlo bene regalandoci 3 bellissimi sequel (metto in mezzo anche il 4° perché sicuramente sarà bello).
Ho saputo che si girerà il 5° film...
Essendo sempre scettico sui sequel, spero che non si arrivi a strafare!
Anche perché Sylvester Stallone si è fatto un'età (68 portati benissimo) ma dall'altra parte è anche vero che ogni volta che sentiamo un nuovo film con lui o con altri colleghi "mercenari", il livello emozionale rimane alto!
Perché anche noi che siamo gggiovani, ci sentiamo parte di loro.
Come dei piccoli "nipoti di Rambo"! 




#13 CARRIE - LO SGUARDO DI SATANA.

Pubblicato il 31/10/2014.
ATTENZIONE: da non confondersi con "Lo sguardo di Satana - Carrie" (la grande fantasia italiana nel dare i titoli nei film!), remake del 2013 che non ho mai visto e che non credo che lo guarderò dopo aver visto il pezzo della famosa scena della secchiata...
X-Men + Final Destination = "Carrie 2013".

Fatta questa premessa, parlo di "Carrie" diretto da Brian De Palma nel 1976 e tratto dal libro di Stephen King (che non ho mai letto ma presto lo farò!) nel 1974.
La prima volta che l'ho visto era in una seconda serata e per aggiunta avevo perso l'inizio, ma già lo amavo alla follia!
E 3 giorni fa me lo sono riguardato per intero, e, sarò scontato, per me è un vero CAPOLAVORO (senza "se" e senza "ma" come ho scritto in uno stato)!!!!
Fin da subito ho cominciato a tifare per Carrie, questa ragazza timida e introversa, dotata di poteri telecinetici, bersagliata pesantemente dai suoi compagni di scuola, con una madre fissata con la religione che, dopo aver scoperto che la sua "bambina" è diventata una "donna", non ci pensa due volte a trattarla male e a chiuderla in uno sgabuzzino per pregare dei suoi "peccati".
Ma allo scherzo più pesante, la furia di Carrie (NON la "furia" del sequel...) sarà cieca e i suoi poteri saranno incontrollati, facendo divampare fuochi e fiamme per tutta la scuola...
E io, umile spettatore, che godo come un tifoso di calcio (che non sono)!!!
Oltre alla bellissima interpretazione di Sissy Spacek (regalandogli una nomination all'Oscar), segnalo degli attori di spicco raggruppandoli come "2 Bastardi e 1 disgraziato":
Bastarda 1: la futura agente Lewis di "Robocop" Nancy Allen;
Bastardo 2: il brillantino che avrà un figlio che parla John Travolta;
Disgraziato: il biondino "Ralph supermaxieroe" William Katt.
E vogliamo dire della colonna sonora tutta italiana realizzata da Pino Donaggio?!?
In definitiva: per chi ama il genere e per chi gli è caro il tema sull'emarginazione sociali e religiose, guardatevi questo film e non ve ne pentirete (forse i bulli)!!! 




#14 FUGA DI CERVELLI + TUTTO MOLTO BELLO.

Pubblicato il 18/11/2014.
Nelle ultime vignette ho trattato film bellissimi e per bilanciare un po', ho deciso di trattare un film... anzi, 2 film bruttissimi!
Ammetto che non me la sentivo di fare una vignetta riguardo ai film di Ruffini, visto che sul web se n'è già parlato fin troppo.
Ho visto in maniera illegale (e me ne vanto) "Fuga Di Cervelli" per curiosità, dopo il casino scatenato in Rete...
Non l'ho visto e non ho nessuna intenzione di vedermi "Tutto Molto Bello" che già dal trailer non mi ha ispirato un granché e dalle recensioni mi sembra di aver fatto la scelta giusta.
Non volevo farci la vignetta, dicevo, perché non amo seguire molto le mode, ma l'idea che mi era frullata in testa era davvero forte, così ho aspettato che la "moda" di attaccare il film di Ruffini si calmasse per poi disegnare e pubblicare questa vignetta.
Se comunque volete un mio parere sul film di Ruffini e dei suoi cloni, vi invito a guardarvi il post/vignetta pubblicato nel blog un anno fa:http://liberodidisognare.blogspot.it/2013/12/fuga-di-cervelli.html
Detto questo, spero che la vignetta-film sia di vostro gradimento! 





#15 THE KARATE KID - LA LEGGENDA CONTINUA

Pubblicato il 8/12/2014
È un film che ho visto pochi giorni fa su Cielo. 
Non ho molto da dire se non che il film sia abbastanza carino, anche se probabilmente non raggiunge allo storico "The Karate Kid" del 1984, guardato tantissimi anni fa e l'unico ricordo che ho del film è "Togli la cera, metti la cera..."!
Secondo me, uno dei valori aggiunti a questo film datato 2010, oltre a differenziarsi parecchio dal primo, è la presenza del mitico Jackie Chan insieme al figlio di Will Smith, Jaden.
Senza contare che, con tutti questi reboot e remake, questo film sia tra i più dignitosi.
Quindi, per chi ama passare una serata senza troppe pretese, questo sicuramente è un film che fa al caso vostro!




#16 JACK FROST

Pubblicato il 15/12/2014.
Questo film l'ho rivisto con piacere la settimana scorsa e siccome che non sapevo quale vignetta-film proporre sotto l'albero che non sia tra i "soliti noti", ho pensato a questo.
"Jack Frost", film del 1998, lo vidi molti anni fa invogliato dalla presenza di Michael Keaton, un attore che adoro (ok, "Batman").
All'epoca non mi dispiaceva molto come film, ma a riguardarlo adesso noto alcuni difetti tra cui il finale "troppo mieloso" per i miei gusti, ma d'altra parte ci può stare essendo un film per tutta la famiglia.
Però, miele a parte, è anche un film che lascia un velo di tristezza, perché quando manca una persona cara e si avvicina il Natale, lo stato d'animo viene enfatizzata, in questo caso non resta altro che chiudere gli occhi e ritrovarla nel proprio cuore.
Sì, non è un film "bellissimo" ma non così terribile di quanto ho letto in altre parti, e quindi ve lo consiglio! 
E per chiarire: io sono tra quelli che "Frozen" è piaciuto, ma il web ne ha fatto una pantomima per quasi un anno... a tutto c'è un limite!!! 

PS: Ho scoperto con grande sorpresa che esiste un altro "Jack Frost" (titolo uguale e più vecchio di un anno) di genere horror. Esiste anche il sequel, e se devo essere sincero che esistano 2 film con lo stesso titolo ma a pubblico diversi mi inquieta e non poco...
Comunque per chi fosse interessato, cercatelo! 





#17 ROCKY

Pubblicato il 19/1/2015.
Dopo aver fatto Rambo, non potevo non fare Rocky Balboa!!!
Durante le festività natalizie, Italia 2 a riproposto l'intera saga in prima serata e io me ne sono approfittato visto che non l'avevo mai visto.
Beh, io adoro la boxe (non la pratico: sono il classico tipo «Ammazzatevi tra di voi, io sto qui che vi guardo!») perché ritengo un bellissimo sport a 360°, e questa serie di film lo rispecchia in maniera perfetta.
Non riesco a pensare quale dei 6 film di Rocky mi sia piaciuto di più perché l'ho seguito come se fosse un'opera unica e comunque i vari sequel hanno i loro "alti e bassi" ma non denigrano particolarmente la figura del mitico boxeur interpretato dal grande Sylvester Stallone.
Per chi piace il genere e/o per chi gli è piaciuto il primo film, deve per forza guardarsi tutti i film.
E presto uscirà un settimo film che sarà uno spin-off della serie incentrato sul figlio di Apollo Creed, avversario di Rocky nei primi 2 film e poi suo grande amico in quelli successivi.
E poi la colonna sonora? "Eye Of The Tiger" dei Survivor e ho già detto tutto! Emoticon wink
Non saprei cosa aggiunge, se non che i film di Rocky sono una vera e propria lezione di vita, perché nella vita bisogna essere vincenti!
E la sua ricetta è:
«L'importante non è come colpisci l'importante è come sai resistere ai colpi come incassi e una volta che finisci al tappeto hai la forza di rialzarti… così sei un vincente!».




#18 SI ACCETTANO MIRACOLI

Pubblicato il 26/01/2015
Prima di parlare del film, vorrei chiedere scusa in primis di aver tirato in ballo nella vignetta San Tommaso (ma quello ci si può chiudere un occhio visto che l'ha già fatto il film...) e in secundis di non averlo reso riconoscibile visto che mi sono accorto troppo tardi della "piazzetta centrale" in testa.
Detto questo parliamo del film, il primo che vedo di Alessandro Siani, un comico che mi piace per la sua simpatia, e secondo da regista.
Il film è... BOH!!!!!!
Allora, non è bruttissimo ma neanche un film che riuscirei a dare un "6 pieno" su una scala a 10.
Nella prima parte mi stavo per addormentare (e già mi stava facendo venir in mente una vignetta simile a "Sex Tape") e nella seconda ha ripreso un certo ritmo, che comunque non sono riuscito ad apprezzare a pieno.
Innanzitutto solo poche battute e situazioni mi hanno fatto davvero ridere, ma di questo devo ringraziare il mitico Fabio De Luigi che ha sempre la forza di farmi ridere in qualsiasi film e telefilm si trova!
E poi vederlo fare il prete è stato davvero fortissimo!
Poi il film in sé che non mi ha lasciato niente, un film normale che andava bene anche per la Tv visto che è molto "per famiglie" e priva di ogni tipo di volgarità (che comunque, è un punto a suo favore!).
Per il resto, è il tipico film che "ad alcuni può piacere, ad altri no".
Io purtroppo, rientro negli "altri".
Ma nulla toglie che Siani non ha delle potenzialità e magari in un prossimo film ben costruito e con una trama solida (e che non durasse quasi 2 ore! Cavolo!!!), potrebbe fare un film davvero carino, non un capolavoro, ma un film davvero piacevole, ai livelli dei primi film di Pieraccioni, per intenderci.
Non "quel Pieraccioni" che ho visto ne "Un Fantastico Via Vai"!!!!!
L'intenzione c'era di farci una vignetta-film, ma ho preferito lasciar perdere visto che il film stesso si era già sminchiato da solo... e peggio ancora, l'avevo scelto io quel film!!! Baaaah! Emoticon upset
PS: Vi ricordo sempre che il mio giudizio è puramente personale, e i film che """recensisco""" vanno visti in prima persona e in totale obbiettività! 





#19: BIRDMAN O (L'IMPREVIDIBILE VIRTÙ DELL'IGNORANZA)

Pubblicato il 02/03/2015
Questo rientra tra i "film del momento" visto che è fresco fresco di vincita di ben 3 premi Oscar (Miglior film, Miglior regia e Miglior sceneggiatura originale).
In realtà questo film me lo volevo guardare al di là dell'Oscar visto che dopo tanto tempo mi vedo Michael Keaton nel ruolo da protagonista.
Come ho detto poco tempo fa, Keaton è un attore che apprezzo molto e questo film rappresenta la verità, visto che l'ho amato dai tempi del primo Batman. E quando un attore lo conosci dalla "prima maschera" e lo vedi nelle vesti di altri ruoli, non puoi non scordare che per te. comunque sia, rimarrà sempre "quello che ha fatto quella parte là", e in caso di Keaton, Batman.
Ma questo non succede solo per chi in passato portò una maschera: penso ad esempio a Bill Murray, che quando ho guardato quel meraviglioso film come "SOS Fantasmi" credevo che il film fosse uno "spin off" di "Ghostbusters" e quindi Bill Murray/Peter Venkman.
Ma finché siamo noi spettatori a farlo rimane un fatto relativo, il problema sorge quando chi lo fa è un regista o un produttore cinematografico. Magari quest'ultimi hanno l'idea per un film importante, non sanno a chi dare una parte e qualcuno gli dice «Diamo questo ruolo a Michael Keaton!». Immagino una sonora risata tra il produttore e il regista con tanto di «Ma chi?!? Quello che faceva Batman?!? Mica deve portare una maschera! Dai siamo seri, non è un cinecomic!».
Sì perché Michael Keaton è diventato celebre dopo aver interpretato "Batman", ma ciò non esclude che sia un ottimo attore.
Come Emma Stone, celebre per il ruolo di Gwen Stacy nei 2 film di "The Amazing Spider-Man", che in "Birdman" ha dimostrato le sue grandi doti recitative regalandone una nomination ai premi Oscar come "attrice non protagonista".
Uno dei tanti messaggi che ci regala il film è che se sei un attore, un pittore, un musicista, o qualsiasi cosa abbia a che fare con l'arte, un giorno potrai essere famoso, ma sta a te scegliere di essere celebre per il tuo talento o perché hai tanti "Mi Piace" su Facebook.
Unico mio dispiacere riguardo agli Oscar è stato non premiare Michael Keaton, anche perché non sappiamo quando farà un altro film importante come "Birdman".
Comunque sia, questo film secondo me va visto e l'Oscar come "miglior film" se l'è meritato alla grande! 


PS: So che probabilmente avrò detto il 10% di quello che il film vuole dire, ma credo che il solo parlarne è già difficile essendo un film pieno di riflessioni. Comunque, vorrei aggiungere che il bravissimo Edward Norton come l'hanno vestito mi ha ricordato tanto il giovane John Lennon...! 




#20/1 BLADE RUNNER (INTERNATIONAL CUT)

Pubblicato il 17/03/2015
Questo, insieme ad "Apocalypse Now" e "Ghostbusters", è il mio film preferito.
Grazie a questo film è cambiato il mio modo di guardare i film e apprezzare i capolavori come questo.
Lo vidi per la prima volta un po' di anni fa su LA7 e l'ho amato fin da subito!
Per me, questo film è perfetto in tutto: le musiche, le scenografie, le inquadrature, Harroson Ford,... insomma TUTTO!
Quindi, non riesco a dire niente se non che va visto assolutamente!!!
Non potete non guardarlo almeno una volta nella vita!
Ora, perché questa vignetta l'ho chiamata "International Cut"?!?
Quando ho cominciato a cercare il DVD di questo film, avevo dato una sbirciata su Internet e, tenetevi forte, ho scoperto che di questo film ne esistono ben 7 VERSIONI DIVERSI (per la gioia di Sio)!!!
Le più importanti sono: "International Cut", il "Director's Cut" e il "Final Cut".
In quel momento ho cominciato a imprecare contro Ridley Scott e cercare di capire quale versione di film avevo visto!
Alla fine scoprii di aver visto la versione "International Cut".
L'International Cut è la versione che molti hanno visto all'epoca (nel 1982) in cui comprende la scena finale dove Deckard (Harrison Ford) e Rachael (Sean Young) viaggiano in auto, tra le montagne...
Le stesse montagne che Stanley Kubrick girò per "Shining"!!!
Infatti erano scarti di scena...
Quindi, siccome che avevo in mente due idee per questo film, allora ho pensato una vignetta dedicata all'International Cut e l'altra per il Final Cut (anche se si tratterà di una scena compresa anche nell'International Cut) e sarà pubblicata settimana prossima!






#20/2 BLADE RUNNER (THE FINAL CUT E TUTTI I VARI "CUT")

Pubblicato il 24/03/2015

Di "Blade Runner" ve l'ho già spiegato nella scorsa vignetta-film cosa ne penso. Che è un grandissimo capolavoro ed è uno dei miei film preferiti.
Quello che non vi ho detto è che, dopo aver capito che la versione che vidi tempo fa su LA7 era l'International Cut, decisi di comprare il DVD e alla fine ho optato per il Final Cut. L'unica versione in DVD che si trova in commercio (escludendo il cofanetto uscito nello stesso periodo contenente tutte le versioni del film...).
Cosa differenza dall'International Cut?
Innanzitutto, è stata tolta la voce fuoricampo di Deckard (Harrison Ford), è stato tagliato il finale da "lieto fine" (con gli scenari scartati da "Shining", alla faccia del lieto fine...) ma durante il film ne viene aggiunta una, alla quale Deckard sogna un unicorno.
L'unicorno tornerà poi nel finale, quando Deckard trova a casa l'origami di Gaff che simboleggia, appunto, un unicorno.
Anche se il film è una leggenda, non vi voglio spoilerare del significato di questo simbolo (anche se basterebbe cercare su Internet).
Questa è l'ultima vignetta (giuro!) su "Blade Runner" che raffigura la scena storica di Roy Batty (lo straordinario Rutger Hauer).
L'ho nominata "The Final Cut", anche se è una scena compresa in tutte le versioni del film.
Perdonatemi per l'anatomia, ma io e lei non stiamo andando troppo d'accordo!




#21 MAN OF STEEL (L'UOMO D'ACCIAIO)

Pubblicato il 19/05/2015
Questo film l'ho visto 2 anni fa, e nonostante abbia 25 anni la mia memoria è quella che è.
Ricordo che era un film interminabile, e questo già non è un bene.
Avevo pensato di scamparla dopo "Superman Returns", un film ottimo per chi ha problemi di sonno, invece mi sbagliavo.
Ricordo il signor Kent, di cui è riuscito a spegnere l'entusiasmo del figlio Kent, dopo che quest'ultimo gli racconta di aver salvato degli innocenti dentro in uno scuolabus, e il suo babbo gli insegna che "queste cose non si fanno".
Ricordati Kent, la prossima volta lasciali morire ammazzati!
E che dire della signora Kent, che mentre suo figlio è già vestito da carnevale senza mutanda, picchia il cattivone che gli ha offeso la mamma perché NON LA DEVE TOKKARE!!!1111!!!, lei che se ne sbatte di quello che accade fuori e sfoglia tranquillamente l'album dei ricordi.
Poi lo stesso Kent, che per salvare la sua città ne distrugge metà (se non ricordo male, ha distrutto anche una fattoria...) e i cittadini lo venerano come un Dio.
Certo. Perché secondo loro Dio ragiona come in GTA:
Chiami l'ambulanza per salvare una vita, ma nel frattempo ne investe migliaia per raggiungerti.
Ovvio.
Poi... Lois Lane...?!? Dov'era Lois Lane?!?
Non mi vorrete dire che è quella squilibrata che in mezzo al casino di militari pronti a catturare Superman, lei appena lo vede svolazzare grida a gran voce «CLARK!!!»?!?
No dai, ditemi che è uno scherzo.
Così come è uno scherzo che per Clark Kent basta mettersi un paio di occhiali per capire che lui non è Superman.
Dai, non scherziamo su certe cose!
Comunque la morale della favola è la seguente:
Certi registi e/o sceneggiatori meriterebbero solo di fare gli spot pubblicitari sui tonni.
FINE.
PS: Piccola mia ignoranza sull'inglese: nel film, si dice che la S sul petto significa Speranza, ma in inglese Speranza non dovrebbe essere Hope?!? Boh!




#22 JURASSIC PARK 3

Pubblicato il 24/06/2015.
La vignetta-film è concentrata solo sul terzo capitolo, ma vorrei parlarne dell’intera saga secondo il mio modesto punto di vista.
Avendo scarsa memoria, di recente me li sono rivisti tutti, compreso l’ultimo uscito nelle sale, il tanto amato/odiato “Jurassic World”!
E quindi ho deciso di parlarvene uno per uno.
Beccatevi questo mega pippone!

“Jurassic Park”.
Molti miei coetanei e non negli Anni 90 sono cresciuti con questo film. Purtroppo io non ho potuto godermene abbastanza: ogni volta che lo trasmettevano in TV, per me il film finiva con il T-Rex che assaliva la Jeep con dentro i ragazzini. E siccome che l’indomani dovevo alzarmi per andare a scuola, non sono mai riuscito a guardarmelo tutto fino a qualche anno fa…
Comunque, credo che sia uno dei film più belli girati da Steven Spielberg. Nonostante il film abbia 22 anni, ancora adesso è emozionante, come ad esempio la scena in cui appaiono per la prima volta i branchiosauri!
E poi la colonna sonora di John Williams è spettacolare, riuscendo a enfatizzare ogni singola scena.
Personalmente questo è il “vero” film di Jurassic Park, perché anche al livello di trama, è perfetto così, senza alcun bisogno di sequel.
Peccato che Spielberg non la pensa nella stessa maniera…

“Il mondo perduto - Jurassic Park”.
Qui si tocca un tasto dolente: da ragazzino l’avevo sopravalutato, perché era figo vedere un T-Rex che girava per le strade di San Diego, oggi invece è un calcio nei testicoli, reputandolo il peggiore sequel!
Sì, ha prevalso più la mia pignoleria che il mio lato infantile.
Perché lo ritengo il peggiore?
Innanzitutto il film è stato realizzato dallo stesso Spielberg con gli stessi sceneggiatori del film precedente, e già da qui mi aspetterei un film davvero bello, magari non ai livelli del precedente (anche perché, il fascino dei dinosauri qui comincia a calare…), ma abbastanza apprezzabile.
Invece qui cosa mi ritrovo? Un copia & incolla del film precedente con personaggi idioti e situazioni al limite del ridicolo.
In questo film, c’è una delle scene più forzate/ridicole/idiote che mai mi sarei aspettato, ma che purtroppo è una macchia indelebile che non andrà più via:
Radunati in un gruppo, la dott.essa Sarah Harding (interpretata da Juliane Moore) gira con con addosso il giubbotto imbrattato di sangue del cucciolo di T-Rex che aveva precedentemente curato «È sporco di sangue, non lo lavi?» «Non ti preoccupare, tanto si asciuga!»)!
Ecco, io in quel momento ho tifato per il T-Rex.
Ok, anche nel film precedente c’erano scene un po’ illogiche come la ragazzina che sapeva disattivare un sistema di sicurezza, ma un conto una scena illogica, un’altra è fare una scena forzatamente idiota per far attirare un dinosauro e per far compiacere lo spettatore…
Certo, preso a sé non è malaccio e sicuramente gioca la nostalgia, ma onestamente parlando… fa cacà!

“Jurassic Park III”.
Il film a cui ho dedicato la vignetta.
Questo film ha la pecca di chiamarsi ancora “Jurassic Park” che di parco giurassico non c’è niente. Potevano benissimo chiamarlo: “Alan Grant (interpretato da Sam Naill già protagonista del primo film) alla ricerca del figlio perduto da due genitori imbecilli”.
A parte questo, io l’ho trovato un film godibile per alcuni aspetti: in primis per la durata di un’ora e mezza senza mega spiegoni, in secundis la buona dinamica tra la comicità (situazioni idiote, ok, ma almeno si capisce che non si vuole prendere troppo sul serio) e la tensione (cosa che ne è venuto a mancare al “mondo perduto” e che era la base del primo film).
Il regista non è più Spielberg (che rimane produttore) ma è Joe Johnston, regista di quel bellissimo film che è “Jumanji”.
Sì, avete ragione, gli elefanti di “Jumanji” erano più credibili che i dinosauri…
Però nonostante i difetti che ha, il film è abbastanza piacevole, fatto apposta per chi vuole passare una serata di spensieratezza con gli “amici” dinosauri!

“Jurassic World”.
Detto dai produttori, il sequel diretto di “Jurassic Park”.
Come ho già detto, “Jurassic Park” non ha bisogno di sequel, però se proprio ce ne deve essere uno, preferisco di gran lunga questo per l’idea di dire «Chissenefrega di quello che ha pensato John Hammond dopo il disastro di “Jurassic Park”, noi il suo sogno lo realizziamo lo stesso!», anche perché quando c’è di mezzo il fattore guadagno, tutto è possibile…
Questo film, più dei predecessori, non si prende sul serio già fin dall’inizio e di sitazioni bizzarre/illogiche/idiote/demenziali ce ne sono a gò gò, compreso tutti i clichè che si sono visti in migliaia di film d’avventura.
Sì, è una gigantesca boiata!
Ma sapete una cosa? Credo che sia un film sincero.
Prendete ad esempio il “fattore wow” (che tanto si è preso in giro), i dinosauri dovrebbero essere già un “fattore wow”, ma c’è un grosso problema: che quel “fattore wow” è scomparso con i titoli di coda nel primo “Jurassic Park”, che nel mondo del cinema i dinosauri non fanno più effetto perché oggi si è abituato a guardare giganteschi robottoni e mega supereroi pronti a combattere a colpi di esplosioni buttati qua e là, e lo spettatore in cosa si potrebbe stupire in questo marasma epocale? Niente.
Allora via con velociraptor addestrati, donne che corrono con i tacchi e più ne ha e più ne metta, lasciandoci un film di puro intrattenimento.
Mancava solo Uma Thurman che dicesse: «Ehi, che ti aspettavi?» e sarebbe stato perfetto.
Quindi, sì il film mi è piaciuto.
E a tutti quelli che dicono che la trilogia precedente era la migliore (sicuramente al livello nostalgico lo è), li risponderei: il giubbotto di Sarah Harding.

Per concludere, qualunque sia il mio pensiero vi consiglio caldamente di vederveli tutti, perché sono film che hanno segnato la storia della cinematografia mondiale! 





#23 TERMINATOR GENISYS.

Pubblicato il 28/8/2015
Come per il post di "Jurassic Park", la vignetta-film è indirizzata a "Terminator Genisys" ma nel post parlerò dell'intera saga.
Ma stavolta cercherò di essere più sintetico possibile.

"Terminator" .
Capolavoro. Fine.

"Terminator 2: Il Giorno Del Giudizio".
Capolavoro. Sequel superiore al suo predecessore. Mitico.

"Terminator 3: Le Macchine Ribelli".
Capo... No, aspè. Ma l'apocalisse non l'avevano scampata? Poi cosa sono 'sti toni da commedia americana?!?
Boh! Comunque è un buon film. Ma se non lo vedi, non ti cambia la vita.

"Terminator Salvation".
Non prevenuto. Nel senso che l'ho visto molto tempo fa e non mi ricordo nulla. Lo devo rivedere (ce l'ho in DVD).

"Terminator Genisys".
Ehm............. BOOOOH!!!
Questo è un film che fatico a dare un giudizio, quindi facciamo così: vediamo di dividere tra lati positivi e lati negativi.
Lati postivi:
- Bei effetti speciali e belle le scene d'azione.
- L'azzardo di sconvolgere la trama (che è un punto al coraggio di cambiare).
- il nuovo T-800 contro il vecchio T-800.
- Un film molto scorrevole.
Lati negativi:
- Trama "sconvolgente" ma confusionaria e a tratti banale (il gigante buono che raccoglie la bambina, ormai orfana, si è visto in migliaia di film e favole, dai!).
- Attori emozionanti quanto un accendino (forse quello è anche più emozionante).
- Battute e situazioni demenziale, che sembra quais di vedere una parodia di Terminator. E per un film come Terminator non mi sembra una buona cosa.
- Non mi ha lasciato nulla di "stucchevole".
Chi ho dimenticato in queste divisioni? Lui: Arnold Schwarzenegger.
Lui è un caso a parte, perché a lui non gli si può non volergli bene.
Quando ti sorride, non puoi provarne affetto e probabilmente con il 3D (io non l'ho visto con il 3D) vorresti accarezzargli la testolina, abbracciarlo e coccolarlo un po'.
Un momento: sto parlando dello stesso cazzutissimo T-800 dei primi film?!?
Sì, è sempre lui. Un po' imbonito, ma è lui.
E anche per questo che, alla fine del film, mi ha lasciato un grande amaro in bocca.
In definitiva: non è un brutto film, ma si poteva fare meglio.
(Forse, con lo stesso James Cameron alla regia...)




#24 GRAVITY

Pubblicato il 10/2/2016
Film del 2013 diretto da Alfonso Cuarón con George Clooney e Sandra Bullock e vincitore di 7 premi Oscar.

Sicuramente nulla da dire che siano Oscar tecnici strameritati (in primis, Miglio regia e miglior effetti speciali) e guai se non lo fosse.

Peccato che al livello di trama mi ha lasciato l'amaro in bocca.

Troppe cose illogiche (per l'illogicità scientifiche li lascio a chi è competente, come Samantha Cristoforetti), la solita protagonista sfortunata che gli capitano di ogni e aggiungiamo anche l'approfondimento drammatico del passato di essa da far invidia alla D'Urso...

Insomma, sarà la troppa pubblicità di Canale 5 (sì, l'ho visto in TV), sarà la mia troppa pignoleria, sarà l'inverno che non vuole andarsene, fatto sta che a me questo film non è piaciuto.

Questo non significa che sia "brutto", significa che "a me non è piaciuto".

Punto.



#25/1 BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE.

Pubblicato il 17/4/2016

Metto già le mani avanti: io questo film non lo volevo vedere, semplicemente perché è il sequel di (quell'abominio di) "Man of Steel".

Quando ho saputo che Batman tornava al cinema insieme a Superman ero contento... contentezza rovinata con la notizia che chi ci lavorava erano gli stessi di "Man of Steel".

Però, c'era Batman e come sapete io ho un debole per lui. Ero curioso di vederlo interpretato da Ben Affleck e poi era un occasione per vedere al cinema per la prima volta Batman e Superman. 

Allora ho spento ogni tipo di pregiudizio cercando di non essere troppo "critico" e ho cercato di godermi lo spettacolo con divertimento.

Ho cercato di farlo... davvero... Ma non ce l'ho fatta.

Finito il film, i miei amici mi hanno chiesto cosa ne pensassi: sono rimasto silenzio per più di un'ora.

Chi mi conosce sa bene che, dopo che ho visionato un film, parto con il monologo, sia che si tratti di un film brutto o che si tratti di un film bello.
Questo è stato uno dei pochi, se non l'unico, film di cui sono rimasto senza parole.
Perché Snyder mi ha fregato per l'ennesima volta.
Perché quando il film comincia a prendermi, finisce in uno scivolone assurdo... Come quando Batman, in una scena, pugnala uno (sì perché qui Batman è cattivo... Non so perché ma è cattivissimo...) è come se lui avesse colpito me.
Superman rimane sempre uno stupidotto e Lois è sempre più inutile e sempre in mezzo ai guai (credo che nelle scene tagliate ci sia Superman che mentre fa la pipì sente Lois che è in pericolo... Ma lascialo stare, Povero Cristo!).
Lex Luthor che è ancora più Joker di Heath Ledger, trip di scene a caso tanto per far rimbambire ancora di più la gente, Doomsday uscito dal nulla ma che almeno è riuscito a salvarmi dalla marea di assurdità e delusioni che si stavano procreando durante la visione.
La pubblicità ingannevole del "chi vincerà" via web, nonostante si era già capito che Batman e Superman avrebbero litigato per 10 minuti per poi diventare "amicici".
Ma la cosa più assurda/ironica è stato il giorno dopo dove vedevo siti dedicati ai fumetti con notizie dal titolo "Zack Snyder spiega il finale", "Zack Snyder spiega perché Batman è cattivo", ecc. (A tal proposito, proporrei una pagina dal titolo: "Zack Snyder spiega cose").
Zack, mi sono subito 2 ore e mezza di film (che nonostante tutto è stato anche abbastanza scorrevole devo dire), certe cose non le potevi spiegare lì?
Hai fatto un film su Batman e Superman, non su "2001: Odissea nello spazio", che cacchio devi spiegare?!?
Mah... Comunque il film ha delle cose positive come Wonder Woman (che per noi maschietti è sempre un bel vedere), che sia un film migliore del predecessore e che mi ha fatto venir voglia di rileggere (e di comprare) "Il ritorno del Cavaliere Oscuro" di Frank Miller. 
Personalmente, il VERO "Batman v Superman"!






#25/2 BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE - EXTENDED VERSION.


Pubblicato il 13/7/2016
Lo so, la volta scorsa sono stato abbastanza amareggiato riguardo a questo film e tutte quelle critiche da parte mia non se lo meritava, allora, come da buon popolano di Internet e dopo aver visionato la versione estesa del film, devo delle scuse a Zack Snyder.
Scusa Zack, se non avevo capito la tua versione di Batman, perché lo volevi cattivo, perché Bruce Wayne tiene a cuore i suoi dipendenti, ed è per questo che vuole uccidere Superman. Poi si sa, è un essere umano e quando c'è di mezzo la mamma si imboniscono tutti, perché "la mamma è sempre la mamma..."
Scusa Zack, se non avevo capito la grande importanza di Lois Lane, perché è una brava giornalista e si mette in pericolo per il suo lavoro, e con quelle scene in più si intuisce che è un'ottima investigatrice ponendo domande giuste e sensate verso le persone, perché senza di lei Superman non sarebbe nessuno.
Scusa Zack, se avevo speso € 8 per guardarmi il film al cinema, quello non era il tuo film ma il film che hanno voluto farci vedere la Warner, e tu dovevi aggrapparti a qualcosa pur di spiegare il "perché" e "per come" di certe cose che accadono durante il film. Perché è facile spiegarlo in 3 ore, difficile in 2 ore e mezza.
Scusa Zack... 
No basta... Non ce la faccio!!!!!
Perdonami Zack, ma non riesco a far finta di scusarmi, il film è detestabile anche da 3 ore, in tutti i buchi della trama con quella mezz'ora in più ne hai coperto solo uno lasciando perdere gli altri per poi, furbone, farmi il film della Justice Ligue con miliardi di spiegoni dei buchi di trama precedenti mettendone altri per i prossimi film.
No Zack, se volevi farmi un film ai livelli "Sharknado" hai sbagliato spettatore.
E per aggiunta, quello che poteva essere interessante al cinema, guardarlo in TV mi sera da sonnolenza, e se mi appisolo non è un bel segnale.
Quindi Zack, non credo che guarderò la Justice Ligue e se lo farò, lo guarderò con altri mezzi senza spendere un centesimo. 
Perché non te lo meriti. 

E non mi venire a dire «Ma mia madre si chiama Martha!» perché la mia si chiama Teresa e non puoi ricattarmi!



#26 GHOSTBUSTERS (2016)

Pubblicato 02/08/2016.
Ok, lo confesso: questo film l'ho visto in streaming.
Sì, non è la prima volta che lo faccio, ma non me la sentivo di buttare soldi per soffrire... le ferite di "Batman v Superman" bruciano ancora!

Per chi mi conosce sa bene che "Ghostbusters", film del 1984 diretto da Ivan Reitman, è uno dei miei film preferiti.

Uno di quei film che guarderei tutti i giorni senza stancarmi mai, già dai tempi della cara vecchia VHS... Insomma, un film "intoccabile".

Da tempo si vociferava di un terzo film ma alla fine nessuno aveva voglia di farlo, così i geni di Hollywood decisero di fare un reboot.
Internet si è scatenato quando si è saputo che i protagonisti non erano altro che 4 donne. Sia chiaro: io non ma la sono presa perché nel film ci sono 4 donne come protagoniste, ma la sono presa per altre cose, come l'idea iniziale di fare un film con 4 donne, un secondo con 4 uomini e un terzo con le 4 donne e i 4 uomini.
Scusatemi il francesismo ma lo dico: un'idea del cazzo.
Ma io dico, l'universo dei Ghostbusters è immenso, perché ridursi a questo tipo di franchising?!?
Qualcuno ha mai visto il cartone "Extreme Ghostbusters"? 
Ecco, per me l'idea poteva essere quella, un buon sequel degli acchiappafantasmi con il passaggio del testimone. Punto.
E magari in tono più serio e più horror, NON DEMENZIALE!
Quando ho visto "questo" Ghostbusters, mi è sembrato di vedere "Scary Movie" con battute che non fanno ridere.
E poi sia beato a chi è riuscito a ridere e a divertirsi con questo film perché per me è stato solo un'insieme di idiozie una dietro l'altra.
No, non ci siamo Paul. Potevi fare meglio.
Non basta che mi metti la storica "sigla" di Ray Parker Jr., non mi bastano i camei dei vecchi protagonisti, non mi basta avere dei personaggi stereotipati al massimo per riuscire a farmi ridere.
Il "Ghostbusters" del 1984 riesce tutt'ora a farmi ridere e a divertire perché le battute erano geniali, perché i personaggi erano simpatici senza forzature e di base aveva una buona trama.
E poi la tua originalità si è fermata con le 4 donne (+ Thor segretario idiota) e qualche attrezzatura in più.
No, quello che ho visto è tutto, ma NON È GHOSTBUSTERS!!!
Un consiglio: quando farai altri reboot, aggiungi qualcosa al titolo o cambialo, perché quando faccio la ricerca su Google voglio trovarmi i "miei" Ghostbusters e non i "tuoi". Grazie.




#27 DRACULA 3D

Pubblicato il 12/9/2016.
«(Questo film) va oltre Twilight. Il mio è un vampiro bisex: seduce tutti, ma torna a essere cattivo e feroce pur se mantiene il romanticismo».

Non lo dico io, lo disse Dario Argento a Cannes nel 2012.

Dario Argento, lo stesso Dario Argento che mi ha scioccato da bambino nel guardare "Profondo Rosso", lo stesso regista nella quale ha scritto le più belle pagine del cinema horror italiano.

Sia chiaro: come sapete da sempre, io e l'horror non andiamo molto d'accordo perché ho il coraggio pari ad una formica che scappa da un coniglietto. 
Fatto sta che questo film me lo sono visto per penitenza: un mio amico elogiò questo film come un "bel film" e io lo giudicai in maniera spietata come il miglior Fantozzi ricordando l'orribile trailer. Ma siccome che non si giudica mai un film dal trailer e siccome che si parla di Dario Argento, prendo coraggio e me lo guardo. 
L'ho visto molto tempo fa e gli unici ricordi che ho sono:
- Introduzione fatto con PowerPoint del 1995;
- Le tette di Asia Argento;
- Persone che compaiono a caso senza una spiegazione;
- Dracula che decapita le persone con le unghie;
- Dracula che diventa una mantide religiosa;
- CGI di dubbia qualità;
- Rutger Hauer (Van Helsing) che passa da "Io ho visto cose che voi umani..." a "Si ricordi di chiudere la porta, potrebbe trovare degli sconosciuti in casa";
- Dracula che lotta contro Van Helsing e lo prende a... Scazzottate (in questo caso poteva partire il brano di "Altrimenti ci arrabbiamo"); 
- Musiche gotiche/metal che non c'entrano una fava con il film;
- ... Le tette di Asia Argento l'ho già detto?!?
Fuori dai punti, metterei la noia, tanta noia... 
Forse Dario Argento voleva dire che "dobbiamo avere paura della noia".
Infatti il film è stato terrificantemente noioso che ho paura di rivederlo. Che maestro!




#28 IL GIORNO IN PIÙ (2011)

Pubblicato 08/12/2016.
Confesso: il libro di Fabio Volo mi è piaciuto.
Non ho mai capito la moda del web di "odiarlo" come scrittore, forse perché ho letto il libro giusto e gli altri sono delle schifezze mastodontiche.
Fatto sta che questo libro l'ho apprezzato molto.
Quando uscì il film al cinema mi rifiutai di vederlo, perché sapevo che molte cose rispetto al libro le aveva modificate, e ho chiuso gli occhi facendo finta che il film non esistesse... finché non ho incontrato Michela.
Anche a Michela ha apprezzato il libro ma, a differenza del poco coraggio del sottoscritto, lei il film l'aveva visto.
Così un giorno che ero a casa sua, dopo una puntata di "Black Mirror", ci avanzò il tempo di guardare mezz'ora di film.
Ok, non si giudica mai un film in mezz'ora, ma mi è bastato ad aprire la finestra e buttarmi di sotto...
Lo so, i film tratto dai libri non saranno mai come te li sei immaginati, perché la tua fantasia non sarà mai come se lo è immaginato il regista.
Ci può stare qualche cambiamento rispetto al libro per rendere il film "più originale", ma qui sinceramente si va di male in peggio.
Il film non decolla e piuttosto che velocizzare un po' la faccenda ti mettono dei riempitivi-gag che sinceramente mi hanno dato parecchio fastidio.
Continuavo guardare in faccia a Michela e gli chiedevo: «Ma il film quando inizia?!?».
Posso anche passare il fatto che il libro l'ho letto molto tempo fa e certe cose non me le ricordavo, ma alcuni passaggi importanti me le ricordo perfettamente.
E sinceramente no, non mi sono piaciute.
E credo che non ero il solo a non ricordare il libro... vero Fabio?!?
Che poi Fabio Volo mi è pure simpatico e ammetto che in qualche gag mi ha fatto ridere.
Ma purtroppo rimane una di quelle commedie italiane moderne che si dimenticano facilmente...
Peccato!
Curiosità 1: La protagonista del film si chiama Michela.

Curiosità 2: Michela è la mia (ex) ragazza.




#29 LA LA LAND (2017)

Pubblicato 03/02/2017.

Dopo aver visto questo film, mi sono sentito "solo".
"Solo" perché tutte le recensioni e la gente che è andata a vederlo gridavano al "capolavoro" o "un gran bel film. Tutti.
E poi c'ero io, che reputo questo film "carino, ma nulla più"!
Per fortuna che poi sono arrivate le recensioni negative e d'allora la mia sensazione di solitudine è svanita.
Sia chiaro: non sto parlando di un "film di merda", perché sono ben altri, ma neanche un film della madonna. Dalla serie: non è che se sei candidato a 14 nominations agli Oscar vuol dire che sei un capolavoro!
Sul lato tecnico niente da dire, per me è tutto (quasi) ottimo.
Il problema è che la storia mi ha proprio annoiato!!!
E credetemi che non è una questione di gusti (perché è piaciuto a gente che odia i musical), perché se devo fare un paragone, "Grease" è avanti anni luce rispetto a "La La Land"!
E anche in "Grease" c'era la musica e c'era la storia d'amore (vista e rivista in altri film), ma nell'insieme coinvolge e funziona. 
In "La La Land" ci sono meno canzoni, ma la storia centrale mi ha regalato più di uno sbadiglio...
Ho capito il senso del film: lei e lui innamorati con dei sogni rispettivi da realizzare e non sanno se scegliere l'amore o seguire il proprio sogno.
Bene, quindi? 
Niente. Non mi ha lasciato niente,
Poi il finale, (tranquilli, non faccio spoiler) quel finale dove la maggior parte delle persone sono rimaste amareggiate. A voi voglio rivolgere una domanda: avete mai visto un film di Carlo Verdone?
Quasi tutti i suoi film hanno un finale amaro e realistico nonostante ci sia la comicità.
Addirittura sono riuscito ad anticipare le battute (!!!), ed è grave visto che un film mi dovrebbe sorprendere, e non un "sembra di averlo già visto da qualche parte".
Ecco perché non amo molto questo uso della nostalgia di questi tempi.
Comunque, il film va visto? Certo, come in qualsiasi altro film.
Però non andate troppo con le aspettative e fatevi viaggiare dalle vostre emozioni.
Positive o negative che siano!

PS1: Faccio il paragone a "Grease" perché è l'unico film musical che ho visto. Sicuramente potreste citarne altri migliori di questo...
PS2: Non volevo essere "cattivo" su questo film, non se lo merita, però non riesco proprio a esaltarlo...




#30 MORTE A 33 GIRI (1986)

Pubblicato 13/03/2017.

Questo è un film che mi ha sempre incuriosito visto che abbina due cose a me molto care: il vinile e la musica Heavy Metal.
Pensando a quanto possa essere trash un film del genere, me lo sono guardato.
Posso dire tranquillamente che è un bel film che trasuda Anni 80 da tutti i pori (il film infatti è del 1986), l'idea del disco che gira all'incontrario ci sta molto bene, visto che nella storia del Rock, molte band vennero attribuiti come "veneratori di Satana". Non solo quando il disco girava nel senso giusto, ma anche ascoltandoli all'incontrario (come la celeberrima "Stairway to Heaven" dei Led Zeppelin).
Tornando al film, menzione speciale alle comparse di Ozzy Osbourne (nel ruolo di un reverendo che attacca il metal) e Gene Simmons (nel ruolo di un DJ che regala a Eddie, il ragazzo protagonista, il disco postumo del suo cantante preferito scatenando poi vari casini...).

Quindi, chi come me ama il mondo del Metal e dei vinili, questo è il film che fa per voi!