Pagine

mercoledì 28 maggio 2014

Max Pezzali.



Nel titolo di ogni canzone citata, ho messo un link dove potete ascoltarla su YouTube. Spero che al momento che leggerete il post, i link siano ancora funzionanti!


Biografia

Massimo "Max" Pezzali nato il 14 Novembre 1967 in un posto a cui non ricordo il nome... ah sì: Pavia!
Dopo la bocciatura in terza superiore conosce Mauro Repetto e grazie alla loro passione in comune per la musica fondano il duo I Pop facendo una comparsata televisiva nel programma 1-2-3 Jovanotti nel 1989. Grazie all'incontro con Claudio Cecchetto che vuole produrre il loro primo disco, gli I Pop cominciano a scrivere le nuove canzoni e cambiano il loro nome da I Pop a 883 in onore al modello di Harley Davidson.
Nel 1991 partecipano al Festival di Castrocaro con il brano Non me la menare facendoli conoscere al grande pubblico.
Nel 1992 esce il loro primo album Hanno ucciso l'Uomo Ragno e grazie al singolo omonimo balza al 1° posto nella Hit Parade diventando un "tormentone estivo".
L'anno successivo pubblicano il loro secondo album Nord Sud Ovest Est che smentisce il pensiero di Max sul fatto che "Hanno ucciso l'Uomo Ragno sia frutto di un successo passeggero": l'album vende 1.350.000 di copie. Tutto questo, grazie ai singoli di punta dell'album: oltre alla title track, Sei un mito, Rotta per casa di Dio, Nella notte e la prima canzone d'amore di Max Come mai.
Nel 1994 Mauro Repetto, autore dei testi e ballerino nei concerti, lascia gli 883 e Max comincia a scrivere da solo tutte le canzoni.
Dopo svariati successi, nel 2004 Max lascia definitivamente il marchio 883 concentrandosi sulla musica più cantautorale e matura, e la "prova del nove" è l'album Il mondo insieme a te anticipato dal singolo Lo strano percorso. A questa prova, il pubblico gli risponde in maniera caloroso facendo vendere più di 250.000 di copie premiato con 2 Dischi di Platino. 
A più di 20 anni di carriera, Max Pezzali è ancora seguito e apprezzato anche dal pubblico più giovane riuscendo a metter d'accordo vari generazioni (in poche parole: pure a mia madre piace!).

Considerazioni personali.

Negli Anni 90 l'estate e la fine della scuola avevano un solo nome: Festivalbar.
Sintonizzati su Italia 1, guardavamo tutte le novità e le certezze musicali.
In quei tempi ero ancora un nanerottolo che al massimo aveva superato la seconda elementare, e quindi le canzoni le ascoltavo in maniera abbastanza distratta. Ma non per questo non potevo subirmi il "fenomeno 883": quasi ogni anno al Festivalbar  c'era una nuova canzone degli 883 che presto diventava un tormentone.
Il periodo che ho subito di più dagli 883 era il 2001 quando al Festivalbar Max cantava Bella vera. Ricordo che all'epoca compravo molte riviste musicali e nelle copertine capeggiava spesso Max.
Quando nel 2002 Max annuncia il "ritiro" degli 883 pubblicando Love/Life - L'amore e la vita al tempo degli 883, per Natale mi feci regalare un Walkman (lo stesso che usavo mentre disegnavo Vita da Mangaka) con la musicassetta di Love/Life : alla fine la consumai tutta per la bellezza che emanava e penso che sia la più bella raccolta di canzoni targato Max Pezzali/883!
Da mio zio, in cui mi feci prestare anche il CD di Ruggeri Peter Pan, mi prestò l'album Nord Sud Ovest Est originale del 1993 (oggi in vendita ci sono solo le Edizioni Speciali rimasterizzati con inediti e remix).
Nel 2004 comprai il CD Gli anni e il singolo Lo strano percorso. In quell'anno passai alle superiore e frequentai per un periodo di 4 mesi il Cossa come grafico pubblicitario. In classe conobbi gente che viveva a "pane & 883". Un giorno ci unimmo e grazie al nostro "pusher" (era l'unico che aveva il masterizzatore) ci masterizzammo i CD collezionando tutta la discografia degli 883.

Max Pezzali nella mia vita è sempre stato una sorta di "amico virtuale": ogni volta che inserisco un suo CD c'è sempre una canzone che mi da una pacca sulla spalla nei momenti di sconforto dicendomi «Non abbatterti!». Penso ad esempio a canzoni come Non ci spezziamo o Esserci.
Ma come un buon amico che si rispetti, mi racconta le sue disavventure con gli amici parlando dei luoghi in cui sono stati e, non per farne un vanto, essendo anch'io nato a Pavia mi è più facile individuarli; anche se molti posti non ci sono più, non è difficile chiedere a qualcuno dov'era il Jolly Blue o il Celebrità.
Una volta sul pullman, parlando di Pezzali con un amico, ho conosciuto la prof di Pezzali che era seduta davanti a noi. Ci siamo fatti raccontare com'era lui e Repetto, chiedendo anche se gli piacciono le sue canzoni (la risposta è sì!).

Nonostante ultimamente non condivido certe sue scelte artistiche, rimane il fatto che per me è un grande in tutti i sensi e non nego la speranza di incontrarlo un giorno per farci una chiacchierata con la birra in mano.

PS: Non si preoccupi signor Pezzali, i CD li ho recuperati originali al Mercato di Pavia in Piazza Petrarca!!!

I disegni "di ieri".

Max Pezzali l'ho sempre rappresentato in chiave fumettistico, visto che le copertine dei suoi album sono tali.
Oltre a raffigurarlo, mi piaceva l'idea di disegnare rappresentando una sua canzone.
Qui ne pubblico alcuni "tra i più belli" che ho fatto.

"Gli anni".
Disegnato il 17/6/2004.
Il testo è aggiunto perché avevo sbagliato nel scriverlo...

"Nord Sud Ovest Est".
Disegnato il 17/6/2004.

"La dura legge del gol".
18/6/2004.

"La volta buona".
29/8/2004.


Il disegno "di oggi".

Anche stavolta avevo voglia di rappresentarlo in chiave fumettistico ma con il mio stile e "aggiornato".
Nonostante io abbia preso un'immagine attuale di Max Pezzali, mi è uscito con l'aspetto un po' più giovanile.
Questa è la grande potenza del disegno!!!


Le copertine degli album di Max sono bellissime oltre che storiche e mi è piaciuto l'idea di metterli come sfondo.
Oltre agli album (anche quelli "meno conosciuti") c'è la copertina del libro di Max "Per prendersi una vita" che ho letto con molto piacere e vi consiglio di leggerlo!
Il giallo dove c'è la mia firma è un richiamo al colore della didascalia dei primi album degli 883 con scritto "Continua".
Un augurio che va al diretto interessato!





Come brano di chiusura del post, ho pensato a questo: ritengo una delle canzoni più belle e tratto da un'altrettanto bellissimo album come Time Out che attualmente rimane il mio album "preferito" di Max!