Pagine

mercoledì 26 luglio 2017

Il Cinema (Visto Da Me) In Una Sola Vignetta #34: Babadook. / The Cinema (Seen From Me) In A Single Sticker #34: Babadook.

È difficile parlare di un film che ho visto una sola volta e che non ho nessuna intenzione di riguardarlo.
Perché questo è uno dei classici film che viene osannato dal pubblico e critica ma quando hai finito di guardarlo ti chiedi "Che roba è?!?".
L'idea in sé non sarebbe male, il fatto che se la paura non la puoi sconfiggere la puoi dominare (poi ovviamente ognuno si fa la sua idea del significato che ha il film), ma c'è una cosa che mi fa impedire nel riguardare questo film: il bambino.
I bambini, sia nel film che nella realtà, sono buoni, cari ecc. ma quando diventano dei veri rompi balle non c'è sopportazione che tenga. 
E questo è il caso del bambino protagonista di questo film.
Una specie di McGyver (anzi, io credo che sia proprio lui visto che non riesco a spiegarmi del perché abbia un armamentario così elaborato da far invidia a qualsiasi terrorista professionista) alla quale per quasi tutto il film continua a chiamare la sua mamma.
Per chi non ha visto il film, provate immaginare se a casa vostra ci sia un bambino che continua per tutto il giorno a chiamare la mamma. Per tutto il giorno.
Capirete la povera madre rimasta vedova che. oltre al bambino. deve affrontare il suo stress psicologico.
Quindi non è un caso se per tutto il film ho tifato per Babadook...
Peccato che poi alla fine mi abbia deluso, anche perché piano piano diventa sempre più grottesco e il film si limita a metter un po' di cliché già visti e rivisti in tanti altri film horror.
E il cliché è uno dei brutti mali dei film horror usciti negli ultimi anni.
In definitiva: personalmente non un brutto film, ma se non ti prende ci si annoia e vorresti ammazzare il bambino il prima possibile. 
Ma ve lo dico subito: questo non succede.
Peccato. 

It's hard to talk about a movie I've seen once and that I'm not going to cover it. 
Because this is one of the classic movies that is being auditioned and criticized, but when you've finished watching it you ask, "What's the stuff?!?" 
The idea itself would not be bad, the fact that if you can not defeat it you can dominate it (then of course everybody makes their own idea of ​​the meaning that the movie has) but there is one thing that prevents me from About this movie: the baby.
Children, both in film and in reality, are good, dear ones, and so on. but when they become real bales, there is no endurance to hold. 
And this is the case for the baby star of this film. 
A kind of McGyver (indeed, I think he's just because I can not explain why he has such an elaborate weapon to envy any professional terrorist) to which almost the whole movie continues to call his mom.
For those who have not seen the movie, try to imagine if there is a baby in your home who goes all the day to call your mom. All day long. 
You will understand the poor mother who is a widow. In addition to the child. He must face his psychological stress.
So it's no coincidence if I've been fanatic for Babadook for the whole movie ... 
It's a shame that I finally disappointed me, because it's getting more and more grotesque and the movie just puts a bit of cliché that I've seen and reviewed In so many other horror movies. 
And cliché is one of the horrible evils of the horror movies that came out in recent years.
Ultimately: Personally not a bad movie, but if you do not get bored you would want to kill the baby as soon as possible. 
But I tell you now: this is not the case. 
Sin.


«Mum Mum Mum...»
«Are you sure you want to refuse your job as a babysitter?!? I guess I pay her well!»
«If selling his son on eBay would make a deal! Believe me!»

...E su YouTube troverete il mio primo "speed drawing" basato su questa vignetta!
Guardatela e iscrivetevi al canale!
... And on YouTube you will find my first "speed drawing" based on this sticker! Watch it and subscribe to the channel!