Pagine

mercoledì 8 marzo 2017

Cinquanta sfumature di... Gwendoline! (Auguri a tutte le Donne!) / Fifty shades of ... Gwendoline! (Happy Women's Day!)

Ammetto che è un titolo un po' provocatorio, tanto da ribadire il concetto che nel mondo esistono film erotici (con frustini ammessi) migliori delle "Cinquanta sfumature di...".
Comunque, in occasione della Festa della Donna ho voluto tirare fuori un personaggio che ho scoperto di recente e che nulla può invidiare personaggi come Wonder Woman: Gwendoline.
Gwendoline è un personaggio nato dalla matita di John Willie nel 1946.
Il fumetto dal titolo The Adventures of Sweet Gwendoline narra la storia di una damigella che si trova continuatamente legata. A salvarla, l'agente segreto U69 che a sua volta la lega a fin di bene.
Gwendoline è entrata nell'immaginario della cultura sessuale denominata BDSM (*coff coff* Anastasia levati *coff coff*) e ha ispirato il fotografo tedesco Herbert W. Hesselmann a creare una serie di fotografie vestendo le sue modelle come Gwendoline e U69.

Io non ho letto il fumetto, ma posso parlare del film francese del 1984 di cui è tratto, dal titolo, appunto, Gwendoline (uscito anche con il titolo The Peril of Gwendoline) e diretto da Just Jaeckin.
La trama ce la dice il buon Wikipedia Italia

Gwendoline, una giovane e ingenua ragazza scappata da un collegio di suore, insieme alla sua amica Beth parte per l'Asia alla ricerca del padre entomologo, misteriosamente scomparso nel corso di una ricerca su una farfalla rara. Le due ragazze, accompagnate dall'aitante avventuriero Willard, giungono nella città sotterranea di Yik-Yak, regno incontrastato di una crudele regina che domina una società di donne-insetto e donne-guerriero, strutturata sul modello delle api. Mentre Willard viene concupito dalla regina, che progetta di ucciderlo dopo averlo fatto accoppiare con la vincitrice di un combattimento tra gladiatrici, Gwendoline e Beth passano attraverso un duro apprendistato fatto di prove e di torture erotiche.

Il film è un buon mix tra avventura e erotismo e a parer mio è un peccato che non sia diventato un cult come Grosso guaio a Chinatown.
Vero, il film ha i suoi difetti, ma non per questo risulta piacevole e non a caso ho citato "Grosso guaio" perché, oltre al fatto che sia uscito nello stesso anno, l'inizio del film mi ha ricordato molto lo scenario di quel film e l'avventura è ironica al punto giusto (peccato per le battute che lasciano il tempo che trova...).
Purtroppo non so se si trova in giro il DVD in italiano e se lo trovate potreste incepparvi con la versione tagliata. Io ho dovuto scaricarlo trovandolo in versione integrale...
Inutile a dire che è un film adatto a chi ha compiuto più di 14 anni!

Cosa c'è di ammirare di Gwendoline tanto nell'omaggiarla?
Tenendo presente la versione cinematografica, semplicemente perché, oltre alla sua bellezza, è una ragazza sì ingenua, ma che diventa coraggiosa quando il suo amore è in pericolo. 
Ovviamente il suo coraggio è anche ingenuo, ma lei se ne frega e rischia la sua vita... per Amore!
Senza superpoteri ma solo con la forza del suo sentimento!

Quindi, buona Festa delle Donne (quelle con la D maiuscola)!



I admit that it's a somewhat provocative, much to reassert the notion that in the world there are erotic films (with riding crops allowed) better than "Fifty shades of ...". 
However, on the occasion of international women's day I wanted to pull off a character that I discovered recently and that nothing can envy characters like Wonder Woman: Gwendoline. Gwendoline is a character born from the pencil of John Willie in 1946.
The comic book titled The Adventures of Sweet Gwendoline tells the story of a maid who is constantly linked. To save her, the secret agent U69 which in turn the League for good. 
Gwendoline joined the imagery of sexual culture called BDSM (* cough cough * Anastasia get * cough cough *) and inspired the German photographer Herbert W. Hesselmann to create a series of photographs by dressing his models as Gwendoline and U69.

I haven't read the comics, but I can speak of the 1984 French film of which is entitled, in fact, Gwendoline (also issued as The Peril of Gwendoline) and directed by Just Jaeckin
The plot he says good Wikipedia Italy:

Gwendoline, a young and naïve girl ran away from a boarding school run by nuns, along with his friend Beth leaves for Asia in search of his father entomologist, mysteriously disappeared in the course of researching a rare butterfly. The two girls, accompanied by handsome adventurer Willard, come to the underground city of Yik-Yak, the undisputed realm of a cruel Queen who commands a company of women-insect and women-Warrior, the model of structured api.While Willard is lusted after by the Queen, who plans to kill him after that match with the winner of a fight between female Gladiators, Gwendoline and Beth go through a tough apprenticeship made of tests and erotic torture.


The film is a good mix between adventure and eroticism and in my opinion it is a pity that it has not become a cult like Big trouble in little China.
True, the film has its flaws, but it comfortably and not surprisingly I mention "Big trouble" because, besides the fact that both released the same year, the beginning of the movie reminded me very much the scene of that movie and the adventure is ironic in the proper place (shame about the beats that leave on time that is...).
Unfortunately I do not know if you find around the DVD in Italian and if you find it you could incepparvi with the cropped version. I had to download it finding it in full ... Needless to say that it is a movie for people who has made more than 14 years!


What's admire by Gwendoline in homage her? 
Bearing in mind the film version, simply because, in addition to its beauty, it is a girl Yes naïve, but that becomes bold when his love is in danger. 
Obviously his courage is also naive, but she cares and risked his life for love! 
Without superpowers but only with the strength of her feeling!

So, Happy Women's day (those with a capital W)